Geonova Lucca nella tana della capolista Omegna

Trasferta impegnativa per la formazione di Catalani

La Geonova Lucca si prepara ad affrontare, domani (18 gennaio) alle 21 una delle trasferte più difficili e complicate del campionato. Dal punto di vista logistico occorreranno infatti diverse ore di viaggio per andare e altrettante nel cuore della notte per tornare, dovendo raggiungere sul Lago Maggiore la cittadina di Verbania.

Ancor più complicato invece lo sarà da un punto di vista tecnico. Omegna, malgrado la sconfitta maturata contro Piombino, è saldamente in testa con 13 vittorie su 15, a quota 26 punti, seguita a due lunghezze dalla Blukart San Miniato.

È una squadra davvero forte e ben strutturata, la Geonova Lucca ha già potuto costatare personalmente all’andata, le doti dei giocatori avversari, ricordiamo che i piemontesi espugnarono il Palatagliate per 72-79, grazie a Rizzitello con 19, Balanzoni con 16, Arrigoni con 10 e Grande con un personale di 20 punti.

I ragazzi di coach Catalani dovranno essere al massimo della forma per riuscire a controllare una squadra come la Paffoni Omegna. Oltretutto la Geonova è ancora senza Pagni e senza un adeguato rimpiazzo per l’uscita di squadra di Petrucci, quindi con una panchina corta a differenza dei padroni di casa che potranno invece contare su rotazioni più lunghe e di qualità.

Catalani ha ben presente quali saranno le difficoltà e cosa l’aspetta sul parquet della Paffoni Omegna: “Giochiamo nel campo della prima della classe – dice – ospiti della Paffoni Omegna, questa è la seconda giornata del girone di ritorno, sicuramente una sfida difficile, in casa di una delle favorite alla vittoria finale del campionato che tra l’altro è reduce dalla sconfitta con Piombino. Affrontiamo una squadra costruita sicuramente per il salto di categoria, con ampie rotazioni giocatori di talento e la possibilità di schierare in campo grande fisicità. Sarà una sfida difficile ma allo stesso tempo per noi stimolante nell’affrontare una squadra così competitiva, dovremmo riuscire ad essere pronti sin dal primo minuto a mettere intensità, sia in attacco che in difesa ed opporsi alla fisicità dei loro giocatori interni che sono sicuramente uno dei reparti che li rende più efficaci vicini al ferro”:

“Ovviamente – prosegue coach Catalani – dovremmo riuscire a fare molta attenzione ad Alessandro Grande che è il motore della squadra, il loro playmaker titolare che la scorsa stagione ha vinto il premio di Mvp del campionato. Sappiamo che è una squadra completa e con tanti punti di riferimento noi dovremmo provare a fare la nostra gara, partendo dal presupposto che dovremmo essere intensi già in partenza e non farci intimorire da niente. Sicuramente è un campo difficile, è una squadra tosta, questo però deve essere un fattore di stimolo per i nostri ragazzi e sono sicuro che risponderemo con il giusto atteggiamento fin dal primo minuto”

Palla a due alle 21 al Palasport di Verbania.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.