Basket Le Mura, ko l’esordio al Palatagliate con Sesto San Giovanni foto

Le lombarde conquistano già nel primo quarto il margine per conquistare i due punti in trasferta

Gesam Gas e Luce Lucca – Geas Sesto San Giovanni 62-84 (9-31, 30-45, 46-64)
GESAM GAS E LUCE LUCCA: Jakubcova 8, Spreafico 18, Russo 4, Miccoli 7, Smorto 3, Azzi ne, Cibeca ne, Pastrello 2, Orsili 7, Pallotta ne, Farnesi ne, Tunstull 13. All.: Iurlaro

GEAS SESTO SAN GIOVANNI: Gwathmey 11, Verona 17, Crudo 16, Oroszova 10, Graves 17, Arturi 4, Ronchi, Merisio, Gilli 5, Ercoli 4. All.: Zanotti

ARBITRI: Ferrenti, Centonza e Castiglione

NOTE: Uscita per falli Orsili

Fallisce l’appuntamento con l’esordio casalingo la Gesam Gas e Luca Lucca Le Mura. La Geas Sesto San Giovanni al Palatagliate costruisce nel primo quarto quello che sarà il margine del successo a fine gara, infilando canestri a raffica e chiudendo con un rassicurante +22 la prima frazione.

Le biancorosse di Iurlaro tentano il riscatto ma il divario è tanto, vista la qualità degli avversari. Le biancororre trascinate da Spreafico e Tunstull cercano di ridurre il gap, ma dopo un po’ di tira e molla alla fine la fotografia rimane quella del primo quarto: prima sconfitta in cvampionato e -22.

Sabato alle 21 per le lucchesi l’occasione dell’immediato riscatto in trasferta contro Costa Masnaga.

La cronaca

Grande prestazione corale delle ospiti, ben cinque giocatrici in doppia cifra a livello realizzativo, che confermano di avere tutte le carte in regola per recitare un ruolo da protagonista. Contro un avversario già rodato, con il roster quasi al completo, l’unica assente era Ilaria Panzera, Lucca, ancora priva di Linnae Harper, ha pagato a caro prezzo un primo quarto dove Geas ha costruito quel gap nel punteggio che ha indirizzato sin da subito il confronto.

Solito quintetto iniziale per Iurlaro con Jakubcova, Miccoli, Spreafico, Smorto e Russo mentre Geas replica con l’ex Graves, Oroszova, Gwathmey, Crudo e Verona. Nei primi quattro minuti della frazione iniziale le difese hanno decisamente la meglio sui rispettivi attacchi. Dopo un’iniziale duello realizzativo tra Bashaara Graves e Maria Miccoli, autrici di tutti punti delle loro compagini per il momentaneo 5-4, Geas accelera forte di un’impressionante percentuale di realizzazione. Nel primo quarto le lombarde tirano con il 90,9% da due (10\11) e con il 100% da tre (2\2). Graves, Verona e Crudo scavano un’importanza divario con una Lucca che fatica, oltre a competere sullo strapotere a rimbalzo delle ospiti, a ritrovare la via del canestro. Sul 5-18 ad interrompere momentaneamente l’emorragia di punti di Sesto ci pensa Jewel Tunstull, prima che Geas produca un altro significativo allungo. Il tabellone di fine primo periodo recita 9-31, con le rossonere che pongono subito una seria ipoteca sui due punti.

Il secondo parziale si apre con la tripla di Costanza Verona che conferma una delle migliori interpreti nel suo ruolo. Dalla panchina escono con maggiore frequenza Silvia Pastrello e Alessandra Orsili che danno il contributo alla causa biancorossa, così come Tunstull che sotto canestro crea qualche grattacapo alle sue pari ruolo. Per la squadra di Zanotti, invece, aumentano i giri del motore di Gwathmey, saranno 16 i punti per l’ala portoricana che sarà costretta ad uscire anzitempo nel quarto conclusivo per un problema al ginocchio sinistro.

Gesam Gas e Luce riesce ad accorciare il gap nel punteggio; le squadre vanno all’intervallo lungo sul 30-45. In avvio di terzo quarto si vede la migliore versione delle biancorosse che provano in tutte le maniere di riaprire la contesa. Miccoli e Tunstull mettono complessivamente quattro punti in fila, portando Lucca sul momentaneo -11. Sesto San Giovanni non perde mai la bussola, forte di un impianto di gioco collaudato che gli innesti di Bashaara Graves e Gwathmey hanno ulteriormente migliorato. A prendersi la scena sono nuovamente le esterne Sara Crudo, 13 punti, e Costanza Verona. Le locali cercano in tutte le maniere di alimentare la fiammella della speranza trascinate da capitan Laura Spreafico, anche stasera miglior realizzatrice delle sue con 18 punti messi a referto.

Nei rimanenti dieci minuti di gioco, con l’Allianz Geas avanti di 18 lunghezze, restano da annotare il sopracitato infortunio occorso a Gwathmey, un estremo tentativo di rientro del Basket Le Mura con tre canestri consecutivi targati Jakubcova e il finale nuovamente a tinte rossonero che siglano il punteggio sul definitivo 62-84.

Foto Alcide

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.