Quantcast

Ko a Broni per il Basket Le Mura

Brutte percentuali al tiro rendono impossibile la rimonta dopo un avvio in salita

Costruzioni Italia Broni – Gesam Gas e Luce Lucca 56-48 (18-8, 33-22, 41-31)
PALL.BRONI: Bestagno 8, Galbiati 13, Dedic 17, Perisa 2, Krivacevic 7, Albano 9, Zimbardo ne, Repetto, Mazza, Castelli, Giuseppone ne, Bona. All.: Castelli
GESAM GAS E LUCE LUCCA: Natali 1, Dietrick 19, Kaczmarczyk, Miccoli 6, Wiese 14, Parmesani 2, Gianolla 2, Valentino ne, Gilli 4, Frustaci. All.: Andreoli.
ARBITRI: Alberto Perrocco, Stefano De Biase e Valeria Lanciotti

Le Mura a Broni basket femminile

Arriva un ko a Broni per il Basket Le Mura. Una sconfitta determinata dalle brutte percentuali dal campo (20 per cento da 3, 33 per cento da due) per una formazione finalmente al completo e con le straniere tutte contemporaneamente al via. Partenza in salita per le biancorosso che con l’andare del tempo non riescono a cambiare marcia e a cambiare le sorti della partita.

Disco rosso dunque in quel del PalaBrera per il Basket Le Mura Lucca sconfitto per 56-48 da una Costruzioni Italia Broni che ha potuto così celebrare il primo successo del suo campionato. Affermazione meritata per le padroni di casa, abili a contenere la disperata fiammata nel quarto conclusivo delle ospiti, zavorrate da basse percentuali al tiro. In una partita dal punteggio basso, alla fine della fiera Lucca ha piazzato un 33% da due e 20% dall’arco, la squadra di Luca Andreoli ha mostrato una versione incolore di quell’ammirata in questo scorcio iniziale di stagione. Il percorso di crescita di un roster completamente nuovo, comunque, passa anche da una serata difficile come quella spesa in terra lombarda.

“Purtroppo abbiamo replicato per 40’ il primo tempo con Moncalieri – è l’onesta analisi del coach biancorosso – Abbiamo inseguito Broni per tutta la partita; non ci resta che rimboccarci le maniche e capire gli errori fatti. Dovremo mettere un altro tipo di intensità poiché altrimenti avremo problemi a vincere fuori casa. Ci dispiace per i tifosi che sono venuti fino a Broni e quelli che ci hanno seguito da casa. Bisogna necessariamente resettare e ripartire da capo”.

La serata negativa di Lucca è fotografata dal dato che vede soltanto Dietrick e Wiese andare in doppia cifra. Per Broni, d’altro canto, sono stati i due punti del gruppo: in una serata dove Perisa è stata limitata sin da subito dai falli, ci hanno pensato Valentina Galbiati (13 punti) e Dedic (doppia doppia da 17 punti e 12 rimbalzi) ad indicare la strada alle loro compagne.

Miccoli, Kaczamarczyk, Natali, Dietrick e Wiese è il quintetto di Lucca, al quale coach Castelli contrappone Dedic, Krivacevic, Perisa, Galbiati e Bestagno. I cinque punti filati della numero undici biancorossa valgono l’iniziale 4-5, che sarà anche l’unico vantaggio fatto registrare dal Gesam Gas e Luce. Con Perisa uscita dopo aver commesso due falli, per le locali, che fanno valere una maggiore predisposizione ai rimbalzi, salgono in cattedra Dedic e Bestagno, con la tripla di quest’ultima che vale il primo allungo di marca lombarda sull’11-5. Con la stessa moneta Sydney Wiese si iscrive a referto, venendo però imitata nella successiva azione da Valentina Galbiati. Il Basket Le Mura non riesce a ritoccare le proprie percentuali, incassando gli ultimi canestri del quarto di Broni che va al primo mini intervallo sulla doppia cifra di vantaggio. I secondi dieci minuti sono, per quanto concerne Lucca, un copia e incolla del quarto inaugurale: fatica tremenda a trovare la via del canestro e sofferenza sotto le plance, complici la verve di Dedic e la giornata non semplice per Kaczamarczyk. Il gioco da tre punti, canestro più libero supplementare a bersaglio, di Albano mantiene le padrone di casa sulla doppia cifra di vantaggio mentre Lucca si affida alla solidità Blake Dietrick per non perdere ulteriore contatto. All’intervallo lungo il tabellone recita 33-22; eloquenti i 16 punti ottenuti nell’area rivale da Broni e gli 0 alla voce contropiede, una delle prerogative del gioco di Andreoli, per le ospiti.

Il terzo periodo viene inaugurato da una conclusione vincente dall’arco di Bestagno, bissato da Galbiati per il 40-24 che vale il massimo vantaggio per Broni. Detto di queste due triple incassate, Lucca però difende con una maggiore intensità ma continua a non alzare il ritmo del proprio motore offensivo, che vive di sprazzi individuali con i cinque punti consecutivi di Wiese.

I dieci minuti finali ripartono dal 41-31 e dalla immediata tripla di Albano, rintuzzati in parte da due punti comodi, i primi e unici in ripartenza delle ospiti, firmati capitan Maria Miccoli. I due tiri liberi di Gilli, brava a scippare palla a Bestagno e a costringerla al fallo tecnico, aprono un parziale di 0-6 che porta il punteggio sul 44-39. La bomba di Krivacevic, decisiva in attacco nelle fasi calde della serata, fa aumentare nuovamente il gap per Broni, issatasi nuovamente sul +10 a 5’ dalla sirena. Persa Miccoli per aver raggiunto il quinto fallo, una bella virata sotto canestro dell’ex Parmesani e la terza bomba di Dietrick vale il 51-48. Dopo una buona difesa, Lucca avrebbe la palla della parità ma la tripla cercata da Wiese finisce sul ferro. Sul capovolgimento di fronte, invece, Galbiati fa centro dall’arco riportando così a due i possessi di vantaggio, penultima atto di una partita che i liberi di Krivacevic chiudono sul 58-46.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.