Diavoli Neri, cuore selvaggio. Orsi: “Ma speriamo in un campionato tranquillo”

La società ha adeguato il campo alle norme Covid, il direttore sportivo: "Ci hanno fatto più danni i cinghiali"

Per la famiglia Orsi, i Diavoli Neri sono una questione di cuore. Dal loro anno di fondazione 2009 ad oggi sono sempre stati vicino alle sorti della squadra. Michele è il massimo esponente, Ivano il direttore sportivo. Sono partiti dagli amatori e sono diventati una squadra stabilizzatasi in Prima Categoria.

Ivano Orsi, quali sono gli intenti al quarto campionato consecutivo in questa categoria?

“Speriamo di fare un campionato tranquillo come quello della passata stagione. La speranza è quella”.

Come si siete mossi nell’allestimento della squadra?

“Era un complesso che aveva fatto bene e abbiamo cercato di ritoccarla il meno possibile”.

Cosa vi occorreva?

“Esperienza perché in rosa avevamo già molti 98 e 99. Satti è un centrocampista bravo nel dettare i tempi. Del Giudice qualche gol riesce a garantircelo. In definitiva sono arrivati oltre al portiere Orsetti, due difensori, un centrocampista e una punta. Abbiamo cercato di consegnare una rosa a Cassettai in grado di avere più soluzioni”.

Lo avete accontentato?

“Abbiamo cercato di fare quello che potevamo, cercando di accontentare le richieste economiche dei ragazzi il più possibile. Non è stato facile. Noi siamo lontani dal mondo. E’ un annata particolare, quest’anno La festa della Madonnina del Cavatore si è svolta in maniera ridotta. Per le ristrettezze che ci sono state si è svolta solo con la celebrazione della Messa la domenica mattina. Ed era un evento che fino allo scorso anno richiamava 6000 persone, il sabato sera c’erano i fuochi d’artificio. Abbiamo rinunciare ad un introito importante”.

Di base a quale schieramento si affida mister Cassettai?

“Ad un 4-3-3 modificando il sistema in base alle caratteristiche”.

Vi aspettavate questo tipo di girone?

“Onestamente si, sapendo che il Marginone poteva essere inserito in un altro raggruppamento. Direi che da un punto di vista logistico siamo soddisfatti, lo scorso anno avevamo delle trasferte nel pistoiese dove ci volevano due ore di macchina per arrivarci”.

Che caratteristiche ha questo campionato?

“E’ un girone difficile, Il Vagli è un ottima squadra, il Romagnano ha allestito una buonissima formazione, lo Sporting Pietrasanta si è rinforzato molto, il Serricciolo è sempre arrivato nelle prime posizioni. La Folgor San Pietro a Vico non la conosco, ma anche quando erano divise avevano buone squadre, il Corsanico ha fatto acquisti di valore. E’ un campionato con più spessore, dove il livello si è alzato”.

È preoccupato?

“Non sono spaventato. Ho solo rispetto delle altre. Io spero di arrivare a metà classifica”.

Domenica 20 il sipario si alzerà sulla Coppa in casa con il Vagli.

“Un derby storico molto sentito tra due paesini di 600-700 persone divisi da 5 chilometri. Torniamo a giocare contro a distanza di molti anni. Le ultime sfide risalgono agli anni 90 con altre denominazioni societarie ed ora ci ritroviamo da avversari dopo 20 anni. C’è una bella rivalità. Ci sono alcuni giocatori che hanno cambiato sponda, il nostro ex capitano storico Malatesta, insieme a Falcetti e Bruciati, i nostri Orsetti e Pellegrinotti che rano a Vagli”.

Ora si entra nella settimana del derby inizierà a salire la tensione?

“E’ già iniziata. Ma non da ora ma da giugno quando sono arrivati i verdetti, che hanno decretato la loro promozione. A distanza di tanto tempo per la Garafagnana sarà un bell’appuntamento. Per le sfide ravvicinate che sono inserite nel primo turno di Coppa, ci aspettavamo il derby”.

Proverete a passare il turno.

“La soddisfazione sarebbe doppia”.

Pensiamo che in casa Orsi, il primo argomento siano i Diavoli Neri.

“Il calcio è l’unico argomento rispetto agli altri che ci fa discutere”.

E chi ha la meglio?

“Vinco io”

Come vi siete comportati con le norme Covid?

“Abbiamo attrezzato gli spogliatoi, abbiamo seguito le modulistiche, ci siamo attrezzati con le certificazioni. Abbiamo installato il termo scanner per la misurazione della temperatura. Devi darti da fare per rispettare tutte le disposizioni”.

La gara di Coppa potrebbe richiamare il pubblico delle grandi occasioni.

“Abbiamo un impianto con molto spazio, metteremo i distanziamenti. Poi vedremo come comportarci al momento”.

E’ più difficile battere in casa gli avversari o i cinghiali che in estate spesso vi hanno fatto visita al terreno di gioco?

“E’ più dura sconfiggere i cinghiali. Il comune ha provveduto ad installare una nuova recinzione e il lavoro tra poco verrà ultimato. Dopo che hanno provato ad espugnare il nostro campo i cinghiali, spero che sia dura espugnarlo per le nostre avversarie”.

Rosa Diavoli Neri Gorfigliano 2020-21

Portieri: David Carvajal, Riccardo Orsetti, Giorgio Ferri

Difensori: Luca Biagiotti, Gianluca Cassettai, Lorenzo Gemma, Nicola Tonelli, Diego Pellegrinotti, Cristian Pennucci, Lorenzo Santini, Babacar Touray, Andrea Pucci

Centrocampisti: Luca Crudeli, Antonio Monaco, Alessio Orsetti, Lorenzo Pedri, Luca Satti, Luca Torre

Attaccanti: Luca Ceccarelli, Federico Del Giudice, Bryan Fontanini, Lorenzo Micchi

Staff tecnico

Allenatore: Alessandro Cassettai

Allenatore in seconda: Mattia Ferri

Direttore sportivo: Ivano Orsi

Organigramma societario

Presidente: Michele Orsi

Dirigenti: Lorenzo Fabbri, Giuseppe Guazzelli, Domenico Berti, Veronica Biagi, Ettore Masotti, Marco Torre, Francesco Torre, Nicola Donati, Pamela Piersanti, Attilio Rocchiccioli, Paolo Casotti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.