Dopo 7 mesi torna la Lucchese, ma a porte chiuse. Monaco: “Non vediamo l’ora di scendere in campo”

Al via la stagione di Serie C: domani al Porta Elisa arriva la Pergolettese. Niente tifosi allo stadio

Dopo sette lunghissimi mesi la Lucchese torna in campo. I rossoneri, dopo lo stop forzato a causa del coronavirus, sono pronti ad iniziare la nuova avventura nel campionato di serie C. “Non vediamo l’ora di ricominciare” commenta con entusiasmo mister Francesco Monaco alla vigilia dell’esordio con la Pergolettese, previsto per domani (27 settembre) alle 17,30 allo stadio Porta Elisa.

Sarà un avvio di campionato senza la spinta dell’uomo in più: il pubblico. Nella prima partita casalinga di domani, infatti, allo stadio non potranno ancora entrare i tifosi: “È una questione che non dipende da noi – commenta il mister -. Da parte nostra c’è naturalmente una gran voglia di giocare davanti ai nostri tifosi. C’è dispiacere, certo, ma noi dobbiamo scendere in campo e dare il massimo“.

Al Porta Elisa arriva la Pergolettese di mister Matteo Contini (ex giocatore di Parma, Napoli e Real Saragozza): “In questa settimana ho studiato l’avversario – racconta Monaco -, sono una squadra con una rosa esperta. È una squadra di categoria dove in panchina è tornato mister Contini. Giocano abbastanza offensivi, corti, attaccano in tanti e difendono bene. Entrambe le squadre naturalmente non saranno al 100%. Sarà fondamentale entrare in campo con equilibrio. Ci sarà da soffrire, tutti insieme“.

Un gruppo giovane e unito, che domani dovrà fare a meno di tre pedine in difesa: “Questo gruppo si sta formando piano piano – commenta Monaco -, il ritiro è stato molto importante per conoscerci meglio, sia dal punto di vista tecnico che morale. Si sta formando un bel gruppo. I ragazzi hanno una buonissima tecnica, ma è una squadra giovane: ci sarà bisogno di tempo. Sono molto soddisfatto, sono tutti disponibili e danno il 100%. Domani ci saranno tre assenze in difesa: gli squalificati Benassi , Papini e Adamoli. Tutti gli altri sono a disposizione. Dietro abbiamo recuperato Lo Curto, non è ancora al 100% ma è già importante averlo. Inoltre c’è la possibilità del jolly Meucci. Oggi abbiamo l’ultima seduta di allenamento e deciderò chi far partire dall’inizio. Ricordo che si possono fare 5 cambi, c’è la possibilità di giocare in 16: i ragazzi devono capire che è importante anche giocare anche solo 1 minuto”.

Un’ultima battuta sul mercato: “Come ho già detto sono contento del gruppo – precisa mister Monaco -. Io e la società siamo sulla stessa lunghezza d’onda. Vediamo come vanno le prime partite di campionato, valuteremo se ci sarà bisogno di qualche piccolo ritocco“.

Porte chiuse

Porte chiuse per Lucchese – Pergolettese. “La decisione – spiega la società – arriva in seguito ai continui solleciti della società rossonera verso gli uffici competenti della Regione, proseguiti fino a questa mattina, affinché la Toscana si adeguasse al decreto del 7 agosto 2020 che prevede la presenza in ogni stadio di mille spettatori. La società apprende inoltre con grande rammarico che in regioni vicine, come ad esempio l’Emilia Romagna, partite dello stesso girone dei rossoneri, si svolgeranno davanti ai 1000 spettatori previsti dallo stesso decretio, in seguito all’ordinanza del governatore della Regione. La Lucchese 1905 ritiene che questa decisione penalizzi fortemente la società e i suoi tifosi tutti“.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.