Brutta Lucchese, il derby è del Grosseto (0-2)

Un imprendibile Boccardi condanna i rossoneri alla seconda sconfitta consecutiva

Lucchese – Grosseto 0-2
LUCCHESE (4-3-3): Coletta; Bartolomei, Panariello, Benassi, Lo Curto; Kosovan, Cruciani (1′ st Meucci), Lionetti (9′ st Bitep); Nannelli (34′ st Panati), Bianchi (21′ st Moreo), Scalzi (1′ st Convitto). A disp.: Biggeri, Cellamare, Signori, Scolcia, Fazzi, Adamoli, De Vito. All.: Monaco

GROSSETO (4-3-1-2): Antonino; Polidori, Ciolli, Gorelli, Raimo; Sersanti (9′ st Kraja), Vrdoljak, Sicurella (31′ st Fratini); Pedrini (23′ st Kalaj); Moscati (31′ st Galligani), Boccardi. A disp.: Barosi, Fomov, Cretella, Pierangioli, Campeol, Russo, Bertoli. All.: Magrini

ARBITRO: Stefano Nicolini di Brescia (Bianchini di Perugia e D’Angelo di Perugia)

RETE: 23′ pt, 3′ st Boccardi

NOTE: Ammoniti: 15′ pt Sicurella, 24′ pt Raimo, 39′ pt Polidori, 41′ pt Cruciani, 19′ st Bartolomei, 25′ st Antonino, 39′ st Lo Curto, 46′ st Bitep

Una brutta Lucchese finisce ko nel derby casalingo con il Grosseto. I rossoneri, mai in partita, non riescono a riscattare il netto ko di Novara davanti al proprio pubblico, rientrato allo stadio a distanza e con la mascherina: protagonista assoluto della partita Boccardi, incubo della squadra di Monaco e autore di una doppietta decisiva per il 2-0 degli ospiti. È il secondo ko in tre partite per i rossoneri (l’altro è un pareggio in rimonta all’esordio), con 8 gol subiti (troppi). Siamo solo all’inizio ma la Lucchese deve cambiare marcia.

La cronaca

La Lucchese scende in campo con il consueto 4-3-3 con Coletta a proteggere i pali e la linea difensiva che ritrova lo squalificato Bartolomei sulla fascia, al centro Panariello e Benassi con De Vito che parte dalla panchina dopo l’esordio immediato con il Novara. Completa la linea difensiva Lo Curto. A Centrocampo Meucci, in dubbio alla vigilia, parte dalla panchina: in campo Kosovan, capitan Cruciani e il numero 10 Lionetti. Davanti confermati Nannelli e Scalzi a sostegno di bomber Bianchi. Pronto a subentrare il nuovo arrivo Moreo. Dall’altra parte mister Magrini risponde con un 4-3-1-2 con Moscati e Boccardi a guidare l’attacco del Grifone.

La partita inizia con ritmi alti, con le due squadre subito aggressive a caccia del riscatto. Nel primo quarto d’ora meglio gli ospiti, padroni del campo nonostante le zero occasioni pericolose costruite. La Lucchese non riesce a ripartire sotto il pressing indemoniato del Grosseto: troppi i passaggi sbagliati. Al 23’ cambia la partita: Cruciani perde un brutto pallone a centrocampo, il Grosseto ne approfitta con Boccardi che salta un uomo e dal limite dell’area lascia partire un gran destro incrociato che si infila all’angolino basso non lasciando scampo a Coletta.

Brutta prima mezz’ora per i rossoneri, in difficoltà in mezzo al campo e mai pericolosi. Il derby si innervosisce sul finale, con la prima frazione di gioco che se ne va senza registrare altre emozioni: il Grosseto torna negli spogliatoi meritatamente in vantaggio per 1-0 contro una brutta Lucchese.

Monaco prova a dare una scossa alla partita con due cambi ad inizio ripresa: dentro Meucci e Convitto, fuori uno spento capitan Cruciani e Scalzi. Dopo 2 minuti ci prova proprio Meucci con un tiro dal limite dell’area: il destro è strozzato, la conclusione termina fuori. Passa un minuto e il Grosseto raddoppia: a segno ancora Boccardi con un gran gol che vale il 2-0. Male la difesa rossonera, all’ottavo gol subito in campionato dopo appena tre gare. Al 7’ un imprendibile Boccardi ancora pericoloso: il numero 10 del Grosseto viene lanciato in profondità, ma da posizione defilata non riesce a beffare Coletta.

Al 21’ fa il suo debutto con la maglia rossonera Riccardo Moreo, fuori Bianchi. Il Grosseto controlla la partita, con la Lucchese che non riesce a reagire. Al 45′ ci prova Convitto a riaprire la gara: il suo tiro velenoso viene deviato in corner. Al 49′ Panariello riceve un crosso in area e da due passi dalla linea di porta calcia incredibilmente alto. Dopo cinque minuti di recupero arriva triplice fischio dell’arbitro: il Grosseto espugna 2-0 il Porta Elisa.

Dopo il 90′

Apre il dopopartita il presidente, Bruno Russo: “La squadra – commenta il numero uno della società – si deve ancora calare nel campionato – commenta – Ci dispiace per i tifosi che sono venuti e che sono stati come sempre bravissimi. Ci dispiace anche per il risultato negativo, ma ci vuole un po’ di pazienza. Stiamo facendo fatica sotto tanti aspetti. ma secondo me la squadra è competitiva e se la può giocare con tutte e sono convinto che la Lucchese presto farà bene. Chiedo a tutti pazienza, ma stiamo pagando eccessivamente la nostra poca esperienza nel campionato. Fra tre giorni abbiamo un’altra partita importante a Vercelli e cerchiamo di andare in Piemonte a fare nel migliore dei modi”.

Il ds Deoma conferma: “Cosa non è andato? Il risultato – spiega – Dopo il passivo del primo tempo abbiamo preso un gol evitabile e poi è stato tutto più difficile. Bisogna recuperare subito energie fisiche e mentali per andare a far bene a Vercelli”.

“Abbiamo funzionato poco – ammette l’allenatore Francesco Monaco – Nel primo tempo abbiamo fatto discretamente il non possesso palla, dovevamo fare meglio in fase di possesso un po’ per mancanza nostra un po’ per bravura loro. Nel secondo tempo abbiamo preso gol subito e questo ci ha impedito di poter recuperare. Domani analizzeremo gli errori, speravamo certamente in un risultato diverso. Dobbiamo riprendere il percorso perché domenica andiamo a incontrare un’altra squadra importante”.

Maicol Benassi conferma le sensazioni: “Siamo una squadra con molti giocatori nuovi, tanti ragazzi che hanno bisogno di crescere. Ogni giorno ci alleniamo al massimo per il miglior risultato possibile. Non ci mettiamo limiti, siamo in un momento di difficoltà ma l’unico mezzo per crescere è allenarci tutti i giorni e alzare l’asticella. Non abbiamo tempo di recuperare che domenica c’è già la partita. E anche domenica sarà una partita tosta come sarà di qui alla fine del campionato”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.