Lucchese sprecona, con l’Olbia finisce 0-0 tra molti rimpianti

Non arriva ancora la prima vittoria. È il secondo pareggio consecutivo per i ragazzi di Lopez

Olbia – Lucchese 0-0
OLBIA (3-4-2-1): Tornaghi; La Rosa, Emerson (42′ st Di Paolo), Altare; Demarcus (17′ st Arboleda), Ladinetti, Lella, Cadili; Giandonato (17′ st Ragatzu), Marigosu; Gagliano. A disp.: Vam Der Want, Dalla Bernardina, Secci, Pitzalis, Cossu, Occhioni, Pennington, Udoh, D’Agostino. All.: Canzi

LUCCHESE (3-5-2): Coletta; Benassi, De Vito, Dumancic; Panati (11′ st Papini), Sbrissa (1′ st Ceesay), Caccetta (1′ st Signori), Kosovan, Adamoli; Bianchi, Nannelli (40′ st Molinaro). A disp.: Biggeri, Lo Curto, Solcia, Bartolomei, Forciniti, Meucci, Scalzi, Moreo. All.: Lopez

ARBITRO: Francesco Cosso di Reggio Calabria (De Angelis di Roma 2, Tomasello Andulajevic di Messina)

NOTE: Ammoniti: 15′ st Papini, 23′ st Dumancic, 37′ st Marigosu, 38′ st Kosovan

Un pareggio ricco di rimpianti. Finisce 0-0 la partita tra Olbia e Lucchese, match di recupero dell’ottava giornata di campionato. Una gara con in palio punti pesanti per la salvezza, in cui i rossoneri sono andati più volti vicini al gol del vantaggio: clamorosa l’occasione divorata da Bianchi al 14′ del secondo tempo. Sul finale i ragazzi di Lopez hanno anche sofferto accusando un po’ di stanchezza. Alla fine è arrivato un pari che forse non serve a nessuno.

La cronaca

La Lucchese torna subito in campo nella delicata trasferta di Olbia per il recupero dell’ottava giornata di campionato. Una partita che inizia già a pesare per i punti salvezza, in cui i rossoneri sono chiamati a continuare la striscia positiva iniziata con la Pro Sesto.

Lopez recupera molti giocatori dopo l’emergenza Covid ma, a causa del lungo stop, partono tutti dalla panchina. Il mister conferma stessa formazione e stesso modulo, affidandosi al tandem di attacco formato da Bianchi e Nannelli. L’Olbia risponde con un 3-4-2-1 con Marigosu e Giandonato alle spalle di Gagliano (King Udoh out a causa di un infortunio durante il riscaldamento).

Parte forte la Lucchese: al 6’ il solito Adamoli semica il panico tra la difesa sarda con la sua velocità e dalla corsia sinistra lascia partire un bel sinistro che viene smanacciato dal portiere avversario. Al 9’ ancora Lucchese pericolosa: Bianchi riceve palla sul centro sinistra e, tutto solo, calcia un piattone troppo centrale per Tornaghi, che respinge ancora e salva l’Olbia. Primi dieci minuti con dominio assoluto Lucchese, pericolosa soprattutto sulla sinistra con le percussioni di Adamoli.

Con il passare dei minuti cresce l’Olbia, che prende in mano il pallino del gioco mettendo in difficoltà i ragazzi di Lopez. La partita resta aperta e molto equilibrata: tanti, tantissimi gli errori in mezzo al campo. Al 29’ la Lucchese ancora ad un passo dal gol del vantaggio: Adamoli semina ancora una volta il panico, scherza la difesa dell’Olbia, entra in area ma poi aspetta troppo a calciare e si fa murare da Tornaghi che respinge la conclusione.

Al 32’ risponde l’Olbia con Giandonato: il numero 10 riceve palla a limite dell’area e lascia partire un destro che termina fuori di un nulla. Al 37’ ci riprova Giandonato, ma Coletta è attento e blocca. La prima frazione di gioco termina a reti inviolate. Più possesso palla per i padroni di casa, ma le occasioni più ghiotte le ha create la Lucchese.

Doppio cambio ad inizio ripresa per Lopez: fuori Sbrissa e uno spento Caccetta, dentro Signori e Ceesay. Pronti via e subito Olbia pericolosa: prima Giandonato sfiora il vantaggio con un tiro che termina fuori di poco, poi Coletta è bravo a uscire e stoppare Gagliano lanciato a tu per tu con il portierone rossonero. Al 14’ occasione clamorosa per i rossoneri: erroraccio della retroguardia dei padroni di casa che regala il pallone a Bianchi, ma il numero 9, dolo davanti al portiere, si divora l’1-0 calciando fuori.

Al 26’ occasionissima anche per l’Olbia: grande azione personale di Marigosu, apertura sulla sinistra per Ragatzu che da buona posizione trova solo l’esterno della rete. L’Olbia preme, la Lucchese, visibilmente stanca, regge. Al 45′ un grande Coletta respinge in corner una gran botta da fuori di La Rosa. Forcing finale dell’Olbia con la Lucchese alle corde: all’ultimo respiro finisce alta la punizione da buona posizione di La Rosa. Triplice fischio: finisce 0-0 tra Olbia e Lucchese.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.