La Giana Erminio espugna il Porta Elisa: pesante ko per la Lucchese

La rabbia di mister Lopez a fine gara: "Non si può dare un rigore del genere". Rossoneri sempre più ultimi

Lucchese – Giana Erminio 0-1
LUCCHESE (3-5-2): Coletta; Benassi, De Vito (26′ st Scalzi), Dumancic; Panati (1′ st Papini), Sbrissa, Ceesay (26′ st Meucci), Kosovan (1′ st Moreo), Adamoli; Bianchi, Nannelli. A disp.: Biggeri, Lo Curto, Signori, Solcia, Bartolomei, Forciniti, Molinaro, Caccetta. All.: Lopez

GIANA ERMINIO (3-4-1-2): Zanellati; Montesano, Bonalumi, Marchetti; Zugaro, Finardi (1′ st Capano), Pinto, Rossini; Maltese; Corti (32′ st De Maria)), Perna (32′ st Ferrario). A disp.: Acerbis, Barazzetta, D’Aniello, Banatti, Della Bona, D’Ausilio Guadagno, Marcandalli. All.: Albè

ARBITRO: Carlo Rinaldi di Bassano (Spagnolo di Reggio Emilia, Arena di Roma 1)

MARCATORE: 39′ pt rig. Perna

NOTE: Ammoniti: 20′ pt Pinto, 23′ pt Zugaro, 29′ pt Montesano, 36′ pt Panati, 14′ st Benassi, 37′ st Bianchi, 37′ st Marchetti

Notte fonda al Porta Elisa. La Lucchese incassa un pesante ko contro la Giana Erminio, che porta a casa tre pesantissimi punti con un rigore a dir poco dubbio. Dopo due pareggi consecutivi, brutto passo indietro per i ragazzi di Lopez che sono sempre più in fondo alla classifica. La Giana Erminio sale a 10 punti, la Lucchese resta a 3.

La cronaca

La Lucchese torna allo stadio Porta Elisa a caccia della prima vittoria in campionato. Dopo due pareggi contro Pro Sesto e Olbia (con più di qualche rimpianto), i rossoneri ospitano la Giana Erminio reduce da tre sconfitte consecutive.

In palio punti pesanti per la salvezza. Lopez conferma il 3-5-2 sceso in campo nelle ultime due gare con un solo cambio: fuori uno scarico Caccetta, dentro Ceesay. Davanti ancora la giovane coppia Nannelli-Bianchi. Recuperati molti giocatori dopo il periodo di positività al Covid-19, ma la condizione non può essere delle migliori: partono tutti dalla panchina.

Assenze pesanti per la Giana Erminio, che deve fare a meno di Madonna, Pirola, Ruocco, Di Maira, Greselin e Perico. Albè schiera un 3-4-1-2 con Matese alle spalle del tandem Corti-Perna.

La prima occasione della partita è per gli ospiti con un colpo di testa di Perna da calcio di punizione che termina di poco a lato. All’11’ altro brivido per i rossoneri: Maltese calcia un mancino velenoso dal limite dell’area, Coletta respinge in maniera non impeccabile ma sul tap-in Perna è in posizione di fuorigioco. Al 16’ risponde la Lucchese: dopo un batti e ribatti in area a seguito di un calcio di punizione, la palla arriva a Sbrissa che di prima calcia in curva.

Ritmi bassi e tanti errori in campo: la prima mezz’ora di gioco se ne va nel segno dell’equilibrio e senza grandi emozioni. Il più positivo dei rossoneri ancora una volta Adamoli, devastante con le sue accelerazioni. Al 37’ riaffaccia in avanti la Lucchese: Bianchi è bravo a strappare un pallone agli avversari, punta verso la porta e dal limite dell’area lascia partire un destro che viene però facilmente bloccato dal portiere. Al 38’ cambia la partita: contatto inesistente in area rossonera tra Panati e Zugaro, ma per l’arbitro è calcio di rigore per la Giana Erminio tra le veementi proteste della Lucchese. Dal dischetto si presenta Perna che non sbaglia: la Giana Erminio passa in vantaggio al Porta Elisa.

Brutto colpo per i ragazzi di Lopez: la prima frazione di gioco termina con gli ospiti avanti 1-0. Nella ripresa Lopez prova a cambiare la partita con due cambi: fuori Kosovan e Papini, dentro Moreo e Papini. Nei primi dieci minuti la Lucchese non riesce a cambiare marcia, con i rossoneri che non arrivano mai nell’area di rigore avversaria. A rendersi pericolosa è la Giana Erminio: al 13’ la gran botta da fuori di Pinto finisce alta di un niente.

Tanto possesso palla per la Lucchese, ma la squadra di Lopez non riesce mai a rendersi pericolosa. Al 38’ un grandissimo Coletta tiene a galla i rossoneri con un miracolo sul tiro di Capano. Al 39’ occasione clamorosa per i rossoneri: Sbrissa calcia un grande conclusione rasoterra che centra il paolo pieno, sulla ribattuta arriva Adamoli che non riesce ad inquadrare la porta da posizione non semplice. La Lucchese non molla: nel recupero ci riprova Sbrissa da fuori, ma il portiere avversario devia in corner. Ultima punizione con tutti dentro in area, sale anche Coletta: la Giana rischia l’autorete con la palla che termina fuori non di molto. Non c’è più tempo, triplice fischio dell’arbitro: la Lucchese cade in casa 1-0.

Dopo il 90′

Tanta l’amarezza in casa Lucchese dopo il brutto ko interno. “La partita è stata condizionata totalmente da un rigore che non c’era – commenta Lopez a fine gara -. Non si riesce a capire come si possa dare un rigore del genere. La partita è stata condizionata da questo episodio purtroppo a sfavore nostro. Non è stata una bella gara, soprattutto nel primo tempo. Nel secondo abbiamo provato a rimetterla in sesto colpendo anche un palo, ma non ci siamo riusciti. Abbiamo le nostra difficoltà, anche abbastanza evidenti: lavoreremo per superarle. In due giorni cercheremo di preparare al meglio la partita con l’Albinoleffe”.

“Sono abituato a rispettare sempre quello che l’arbitro fischia – il commento del ds Deoma -, nel rigore è stato un po’ affrettato perché se c’è un fallo al massimo è su Panati. Ha sensibilmente modificato il corso della gara, l’inerzia è cambiata. Mercoledì si gioca di nuovo, c’è una gara difficile con l’Albinoleffe. Dobbiamo essere bravi a recuperare le energie fisiche e mentali dopo una partita così tirata. Lavoriamo che poi alla fine il lavoro ci premierà“.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.