La Lucchese riparte dalla trasferta di Lecco: tutto sull’avversaria

I precedenti: la Lucchese si affermò per la prima volta il 20 novembre 1927 per 1-0

Il Lecco ha chiuso il 2020 con un ottimo sesto posto in classifica, sicuramente i blu-celesti sono stati fin qui, insieme ai corregionali del Renate, la rivelazione del campionato. Nell’ultima gara prima della pausa natalizia la squadra lombarda è uscita battuta per 1-0 in trasferta dall’Olbia confermando un trend negativo lontano dal Rigamonti-Ceppi, infatti nelle ultime tre esibizioni sono arrivate altrettante sconfitte.

Andamento

I numeri parlano chiaro, dei 27 punti conquistati ben 19 sono arrivati in casa, facendo si che il Lecco abbia il miglior rendimento di tutto il girone. Gli 8 punti conquistati fuori, nella speciale classifica, in quanto a rendimento, collocano i lecchesi al terz’ultimo posto.

Rendimento casalingo

Insieme alla battistrada Renate è la squadra che tra le mura domestiche con 6 affermazioni vanta il maggior numero di successi, ha pareggiato solo a reti bianche con la Carrarese nell’unica sfida dove non è riuscita a trovare la via del gol, l’unica sconfitta è arrivata il 25 ottobre ad opera del Piacenza per 4-2 dopo che gli emiliani si erano portati sul 4-0. 4 delle 6 vittorie sono state di misura. Giana Erminio e Novara battute per 1-0 sono state superate nella ripresa, l’Alessandria è stata battuta per 2-1 e la Pergolettese per 3-2. Per 2-0 lo scorso 19 dicembre è stata regolata la Pro Vercelli, mentre il successo più ampio si è registrato il 6 dicembre ai danni della Pistoiese per 4-1. L’unica sconfitta è arrivata nell’unica sfida in cui ha dovuto rincorrere il risultato.

Cifre

24 le reti segnati e 19 quelli subite. In casa è andata in gol 15 volte incassato 8 reti di cui la metà con il Piacenza. 5 i gol segnati nei primi tempi, il doppio nella seconda frazione. Nove i giocatori andati in gol, la classifica è guidata da Capogna con 8 reti, seguito da Mastroianni a quota 4, 3 centri per Magni e Iocolano, a quota 1 troviamo Galli, Purro, Melgrati, Merli Sala e Giudici. A questi bisogna aggiungere l’autorete del livornese Morelli. Ha usufruito di 4 calci di rigore di cui uno fallito da D’Anna in casa della Pro Sesto e l’altro fallito da Capogna nella gara vinta con la Pro Vercelli. Due le massime punizioni fischiate a sfavore entrambe trasformate. D’Anna, Marzorati e Cauz una volta ciascuno hanno preso anzitempo la via degli spogliatoi. Nelle ultime due giornate il Lecco ha chiuso la sfida in inferiorità numerica

Volti nuovi

Molti cambi in ogni reparto. In prestito dal Venezia arriva l’estremo difensore Bruno Bertinato. Dall’Arezzo con la formula del prestito sono stati prelevati il portiere Marco Pissardo al quale nel corso di questa settimana si è aggiunto il centrocampista Fabio Foglia. Dal Brescia arriva in prestito il difensore Mattia Capoferri. Dal Parma arriva in prestito il difensore Cristian Cauz fino a gennaio 2020 al Trapani poi al Ravenna, sempre da quest’ultimo club il Lecco si è assicurato Ermes Purro e il centrocampista Filippo Loria di proprietà del Monza. Dallo stesso club brianzolo arriva anche i centrocampisti Giorgio Galli e Simone Iocolano. In difesa dall’Avellino è arrivato in Lombardia Vedran Celjak, nello stesso reparto dalla Cavese è stato prelevato Lino Marzorati. Dal Piacenza anche se di proprietà del Bari, il Lecco si è assicurato Cosimo Nannini e il centrocampista Matteo Marotta. La Ternana ha inviato in prestito all’ombra del Resegone Gian Marco Nesta. Dalla Primavera del Cagliari è arrivato in prestito Fabio Porru e sempre in difesa dal Genoa in prestito è stato preso Leonardo Raggio. Nella linea mediana in prestito dal Bari il Lecco si è assicurato le prestazioni di Francesco Bolzoni fino a gennaio 2020 all’Imolese, infine dal Milan arriva Siaka Haidara. In attacco dagli argentino dell’Arsenal arriva Juan Cruz Kaprof, dal Catanzaro in prestito il Lecco si è assicurato Doudou Mangni nella passata stagione in prestito al Gozzano e dalla Pro Patria arriva Ferdinando Mastroianni.

Allenatore

Gaetano D’Agostino guida il Lecco dal 4 ottobre del 2019 quando subentrò a Gaburro sulla panchina dei lombardi. Al momento della chiusura anticipata della stagione i blu-celesti erano salvi avendo un punto di vantaggio sulla Pergolettese che occupava il quint’ultimo posto della classifica. Il tecnico siciliano muove i primi passi da tecnico in Serie D sulla panchina dell’Anzio. Nella stagione 2017-18 è alla guida della Virtus Francavilla centrando con i pugliesi la qualificazione al secondo turno dei playoff. Nell’estate del 2018 diventa il nuovo allenatore dell’Alessandria, chiude la sua avventura il 17 febbraio 2019 dopo la sconfitta interna con l’Arzachena.

Stranieri

Sono 5 gli stranieri nelle fila del Lecco. Il portiere italo-brasiliano Bruno Bertinato, il difensore croato Vedran Celjak, il centrocampista italo-maliano Siaka Haidara, l’attaccante argentino Juan Cruz Kaprof e il compagno di reparto Doudou Magni italo-saenegalese.

Rosa

Portieri: 12 Bruno Bertinato in prestito dal Venezia, 32 Luca Bonadeo, 1 Marco Pissardo in prestito dall’Arezzo

Difensori:  33 Mattia Capoferri in prestito dal Brescia, 3 Cristian Cauz dal Parma fino a gennaio 2020 al Trapani poi al Ravenna, 2 Vedran Celjak, 13 Andrea Malgrati, 6 Lino Marzorati ex Cavese, 19 Ivan Merli Sala, 21 Cosimo Nannini in prestito al Bari lo scorso anno al Piacenza, 26 Gian Marco Nesta in prestito dalla Ternana, 16 Fabio Porru ex Primavera Cagliari, 23 Ermes Purro ex Ravenna, 29 Leonardo Raggio in prestito dal Genoa

Centrocampisti: 36 Francesco Bolzoni in prestito dal Bari fino a gennaio 2020 all’Imolese, 4 Giorgio Galli ex Monza, 27 Siaka Haidara ex Primavera Milan, 17 Simone Iocolano ex Monza, 5 Filippo Loria dal Monza lo scorso anno in prestito al Ravenna, 14 Matteo Marotta ex Piacenza, 28 Marco Moleri, Fabio Foglia in prestito fino a gennaio 2021 all’Arezzo

Attaccanti: 20 Riccardo Capogna, 11 Simone D’Anna, 7 Luca Giudici, 34 Juan Cruz Kaprof ex Arsenal F.C,, 10 Doudou Mangni in prestito dal Catanzaro lo scorso anno al Gozzano, 9 Ferdinado Mastroianni ex Pro Patria

Arbitro

La sfida del “Rigamonti-Ceppi” è stata affidata a Andrea Ancora di Roma 1 con l’aiuto dei signori Paolo Tricarico di Udine e Davide Santarossa di Pordenone. Quarto ufficiale Davide Gandino di Alessandria. Il fischietto dorico arbitra i rossoneri per la prima volta, in Serie D ha già diretto per due volte il Lecco sempre in casa, l’11 Marzo 2018 nella gara con la Pergolettese terminata a reti inviolate e il 7 ottobre 2018 nella gara sul Borgosesia per 3-1.

Precedenti

E’ l’ottava sfida che va in scena sul ramo orientale del lago di Como con un bilancio di un successo dei locali, tre pareggi e altrettante vittorie della Pantera. L’unico successo dei blu-celesti è datato 4 novembre 1962 in una gara valida per il campionato di Serie B. La Lucchese si affermò per la prima volta il 20 novembre 1927 in Prima Divisione per 1-0. Dopo il successo del 1981 confronto valevole per il campionato di Serie C2 con successo per 3-1, la Lucchese si impose il 12 dicembre 1999 nell’unica gara relativa al campionato di Serie C1 per 2-0. I rossoneri guidati dal subentrato Orrico, al posto di Discepoli, si imposero per 2-0 con le firme di Mussi sul finire del primo tempo e da Colacone in avvio di seconda parte.

Foto dal sito ufficiale del Calcio

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.