Quantcast

Lucchese, solo 0-0 con il Livorno al Porta Elisa: i playout si allontanano

Brutta gara dei rossoneri che hanno sofferto per lunghi tratti e creato pochissime occasioni da gol. La Pistoiese va a +3

Lucchese – Livorno 0-0
LUCCHESE (3-5-2): Pozzer; Pellegrini, Benassi, Panariello; Panati (40′ st Dumancic), Sbrissa, Meucci, Nannelli, Maestrelli (36′ st Lo Curto); Bianchi, Petrovic (22′ st Marcheggiani). A disp.: Biggeri, Cruciani, Lionetti, Cruciani, Dalla Bernardina, Solcia, Bartolomei, De Vito, Durante. All. Lopez

LIVORNO (3-5-2): Neri; Marie-Sainte (43′ st Canessa), Blondett, Sosa; Parisi (15′ st Di Giovanni), Bussaglia (15′ st Haoudi, 29′ st Bobb), Castellano, Mazzarani, Gemignani (1′ st Evan’s); Braken, Dubickas. A disp.: Stancampiano, Paci, Deverlan, Buglio, Pallecchi, Caia, Bueno. All. Amelia

ARBITRO: Gianpiero Miele di Nola (Bahri di Sassari, Niedda di Ozieri)

NOTE: recupero 1′,5′. Ammoniti Maestrelli, Marie-Sainte, Castellano, Nannelli, Pozzer, Panati. Al 42′ del secondo tempo espulso Nannelli per doppia ammonizione

La Lucchese non va oltre lo 0-0 nel fondamentale derby casalingo con il Livorno. Una partita giocata male, in cui i rossoneri hanno sofferto per lunghi tratti della gara e creato pochissime occasioni da gol. La squadra di Lopez ha chiuso anche in dieci uomini per l’espulsione sul finale di secondo tempo di Nannelli, fino a quel momento il migliore in campo.

Un punto che serve a poco ad entrambe le squadre, che si vedono allontanare i playout. La Lucchese sale a 28 punti in classifica, restando a +3 sul Livorno, ma la Pistoiese vince 1-0 con il Renate e scappa a 31. Adesso si fa sempre più dura: mancano solo tre giornate alla fine, da giocare con Carrarese (trasferta), Lecco (casa) e Renate (trasferta). La squadra di Lopez deve vincere e sperare nei passi falsi della Pistoiese o di ridurre clamorosamente il gap per evitare la forbice per la retrocessione diretta.

La cronaca

Dentro o fuori. Allo stadio Porta Elisa la Lucchese si gioca un’intera stagione nel derby contro il Livorno. Dopo il pareggio con il Piacenza, i rossoneri non possono più sbagliare: quello con il Livorno è uno spareggio per accedere ai play-out. La situazione è molto delicata: ormai mancano solamente quattro giornate alla fine del campionato e la Lucchese al momento occupa il penultimo posto 27 punti, il Livorno insegue dall’ultimo posto con 24 punti, con una penalizzazione di 8 punti frutto di inadempienze economiche.

Per sperare nella salvezza, passando dai play-out, serve arrivare terzultimi: anche la penultima con ogni probabilità verrà retrocessa direttamente per la forbice. Per i playout è una lotta a tre: parte avanti la Pistoiese, con 28 punti, con un solo punto in più sui rossoneri.

Ma ci sono ben pochi calcoli da fare: alla Lucchese servono i tre punti. Nessuna sorpresa di formazione per mister Lopez, che opta per il suo 3-5-2 con Bianchi e Petrovic come terminali offensivi. Formazione a specchio per Amelia, che conferma il 3-5-2 con la coppia d’attacco formata da Braken, Dubickas.

Lucchese Livorno

Partita subito piacevole, ritmi alti e squadre subito alla ricerca del gol. Avvio di gara con i rossoneri in difficoltà sulla fascia sinistra difesa da Maestrelli, ammonito dopo appena 8 minuti. Al 15’ clamorosa occasione per il Livorno: Pellegrini perde un pallone sanguinoso, Parisi ne approfitta, serve Dubickas all’interno dell’area ma l’attaccante perde troppo tempo e alla fine si fa murare. Il Livorno cresce con il passare dei minuti, la Lucchese si difende e riparte pericolosamente in contropiede. Al 20’ rossoneri pericolosi: Benassi calcia un missile su un calcio di punizione dal limite, la botta è centrale ma Neri compie un grande intervento ed evita il gol.

Lucchese Livorno

È una battaglia al Porta Elisa: al 27’ Bussaglia prova un gran destro da fuori ma Pozzer si allunga e arriva sul pallone indirizzato all’angolino. Sofferenza Lucchese: al 42’ ci prova Mazzarani dalla distanza ma un grande Pozzer dice ancora una volta di no. Il Livorno insiste: al 45’ Brakken anticipa tutti con un colpo di testa da corner, Panati salva sulla linea. La prima frazione di gioco termina 0-0: il Livorno avrebbe meritato il vantaggio, la Lucchese nel secondo tempo deve cambiare marcia. Si salva solo Nannelli, l’unico a provarci, e un ottimo Pozzer.

Nessun cambio nella ripresa per mister Lopez, Amelia sostituisce Gemignani per Evan’s. Rientra bene in campo la Lucchese, subito pericolosa con le giocate del solito Nannelli. Tra tanti errori e pochi tiri in porta, continua la battaglia sul campo del Porta Elisa: dopo 20 minuti il risultato è sempre ancorato sullo 0-0. La prima vera occasione della ripresa è per il Livorno (21’), con Blondett che calcia troppo debole e centrale da buona posizione. Al 22’ Lopez prova a cambiare la partita: fuori Petrovic, dentro Marcheggiani. Lucchese ancora una volta in apnea: al 32’ Mazzarani calcia altissimo un destro al volo da dentro l’area. Finale vietato ai deboli di cuore: i rossoneri restano in 10 uomini al 42’ per la doppia ammonizione di Nannelli. Al’ultimo secondo Dubickas, lanciato a tu per tu con Pozzer, grazia i rossoneri calciando a lato. Non c’è più tempo: finisce 0-0 al Porta Elisa.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.