Quantcast

Lucchese a Carrara per un’altra sfida da dentro o fuori: nuovi mister a confronto

Sulla panchina dei marmiferi l'ex bomber Totò Di Natale, nei rossoneri esordisce Lulù Di Stefano

Dopo il pareggio con il Livorno c’è ancora una partita da ‘dentro o fuori’ per la Lucchese penultima della classe. È la sfida con la Carrarese del neomister Totò Di Natale. Anche la Lucchese avrà in panchina una novità: Lulù Di Stefano che si giocherà l’ultimo scampolo di stagione al posto dell’esonerato Giovanni Lopez.

La Carrarese è l’autentica delusione della stazione. Alzi la mano chi si sarebbe immaginato di trovare i marmiferi al sestultimo posto della classifica, dopo essere arrivati ad un passo dai rigori nella semifinale playoff con il Bari dell’estate scorsa per salire in serie B. Dopo un girone d’andata al di sotto delle aspettative, la seconda parte del girone ha visto un crollo verticale della formazione di Baldini, 40 punti totalizzati 29 sono stati ottenuti nel girone d’andata e 11 in quello di ritorno. Lo stadio dei Marmi che lo scorso anno si era rivelato una fortezza inespugnabile ora è diventato terra di conquista.

Rendimento

La quinta sconfitta consecutiva è maturata a Gorgonzola con l’Albinoleffe e ha prodotto le dimissioni irrevocabili del tecnico Silvio Baldini, il quale era già stato sul punto di lasciare la panchina dei giallazzurri dopo la sconfitta del 21 marzo in casa con la Giana Erminio. La società in quel caso non accolse i voleri dell’allenatore mettendo la squadra davanti alle proprie responsabilità. Sabato 10 aprile dopo il 3-0 patito in Lombardia, Baldini si è fatto da parte. Un altro aspetto che fa riflettere degli apuani, proprio per la caratura offensiva di cui dispone è la sterilità offensiva. In casa è rimasta all’asciutto nelle due ultime esibizioni e fuori casa non va in gol da 383 minuti.

Bilancio casalingo

Ha perso in casa 9 volte come la Lucchese, peggio ha fatto solo la Pergolettese con 10 passi falsi. Per tre volte ha perso per 1-0 con Juventus Under 23, Pro Sesto e Como tutte sconfitte maturate nella seconda frazione di gioco. Per tre volte è stato battuto per 2-0 da Alessandria, Renate e Giana Erminio. Queste ultime subendo una rete per tempo, i piemontesi hanno espugnato Carrara nella seconda frazione. Sempre per tre volte è stata superata per 2-1 da Pergolettese, Lecco e Novara. Solamente con i piemontesi aveva chiuso in vantaggio la prima frazione mentre le due compagini lombarde si erano portate sul 2-0. Ha pareggiato tre volte, la speciale classifica la pone al secondo posto in coabitazione con Alessandria e Renate dietro alla Pergolettese che tra le mura amiche ha colto un solo pareggio. Ha chiuso a reti bianche le gare con Pro Patria e Grosseto, con il Piacenza ha pareggiato per 1-1 nell’unica gara in cui non ha perso dopo aver chiuso in svantaggio la prima frazione. Sono 5 i successi degli apuani e tutti con punteggi diversi, di misura sono state superate l’Albinoleffe per 1-0 e il Pontedera per 2-1, con due reti di scarto sono state regolate la Pistoiese per 2-0 e il Livorno per 4-2 tutte affermazioni arrivate nella ripresa. La vittoria di maggiori proporzioni è quella del 22 novembre con il 3-0 rifilato all’Olbia, l’unica partita chiusa sul 2-0 alla pausa. Sono 16 i gol segnati in casa di cui 6 realizzati nella prima frazione e 10 nel secondo tempo. Ha incassato 19 gol di cui 7 gol nel primo tempo e 12 nella seconda frazione

Cifre

Sono 31 le reti segnate dai marmiferi con 13 marcatori diversi. Comanda la graduatoria Saveriano Infantino con i suoi 10 gol, con 5 centri troviamo Guido Marilungo, 4 gol per Kevin Piscopo, a quota 2 ci sono Michele Murolo e Giacomo Manzari, sono andati in rete una volta Lorenzo Pasciuti, Thomas Schirò, Giovanni Foresta, Elio Calderini, Fabian Pavone, Abdou Doumbia, Giuseppe Caccavallo e Luca Giudici. Ha usufruito di 8 calci di rigore fallendo dal dischetto due massime punizioni con Infantino in casa con il Novara e in casa del Renate, tutti trasformati i quattro penalty fischiati a sfavore. Il calciatore Pasciuti e il tecnico Baldini sono stati espulsi in 3 occasioni, Borri è stato espulso 2 volte, Luci e Ermacora hanno preso per una volta ciascuno anzitempo la via degli spogliatoi.

Allenatore

Debutta sulla panchina marmifera Antonio Di Natale, l’ex bomber di Empoli e Udinese muove i primi passi da tecnico ricoprendo il ruolo di collaboratore allo Spezia del tecnico Pasquale Marino. Nell’estate del 2019 assume l’incarico di allenatore dell’Under 17 del club ligure. Per lui arriva il debutto dopo l’esperienza al settore giovanile

Volti nuovi

In difesa con la formula del prestito è arrivato dal Modena, Luca Milesi, inoltre è stato tesserato lo svincolato Nicolas Bresciani. In attacco dalla Ternana è arrivato in prestito Guido Marilungo, fino a gennaio 2021 ha vestito la casacca del Monopoli e dal Lecco è arrivato sotto le Apuane Luca Giudici . Il centrocampista Davide Fortunati è passato in prestito al Real Forte Querceta, in avanti è stato ceduto alla Cavese Elio Calderini, Davide Cais è passato alla Fermana e Davide Fantini è approdato al Seravezza.

Arbitro

A Carrara è stato designato Luca Zufferli di Udine con l’ausilio dei signori Lorenzo D’Ilario di Tivoli e Stefano Galimberti di Seregno, quarto ufficiale è il signor Ettore Longo di Cuneo. Ha arbitrato per due volte entrambe le squadre, sempre davanti al proprio pubblico e con lui non hanno mai perso. Ha diretto la Carrara nel primo turno playoff il 12 maggio 2019 con successo sulla Pro Patria per 2-0 e il 1 settembre dello stesso anno nel debutto interno con l’Alessandria terminato per 1-1. Al Porta Elisa ha arbitrato la Lucchese il 28 agosto 2016 nel debutto stagionale con il Piacenza in una gara terminata sull’1-1 con pareggio rossonero al 89 minuto su rigore di Forte e i rossoneri nella finale d’andata del playout 1 giugno 2019 nella gara vinta per 1-0 con il Bisceglie.

Precedenti

Complessivamente il bilancio è a favore della Carrarese con 14 vittorie, 8 pareggi e 7 successi della pantera. Nelle due ultime sfide si è sempre imposta la Carrarese con due gol di scarto, il 17 marzo 2018 la Carrarese vinse per 2-0 con reti di Tavano e Coralli nella seconda metà della ripresa, gara nella quale la Lucchese rimase in inferiorità numerica per l’espulsione di Tavanti in chiusura di primo tempo, nell’ultima sfida in assoluto il 23 gennaio 2019 la Carrarese vinse per 3-1 con una doppietta di Tavano, il primo gol su rigore, che nella ripresa ribaltava il vantaggio rossonero realizzato in avvio da Bortolussi, chiudeva la contesa Maccarone a un quarto d’ora dalla fine. Per 1-1 terminò il confronto dell’11 dicembre 2016 con vantaggio locale realizzato da Miracoli in avvio di ripresa e replica rossonera con Forte a 3’ dal termine. Risale a 11 anni fa l’ultima vittoria della Lucchese a Carrara, il 25 aprile 2010 per 2-0 in Lega Pro Seconda Divisione grazie ai gol di Carloto e Potenza. Si trattò di un testa coda, infatti al termine della stagione la Lucchese venne promossa in Prima Divisione e la Carrarese veniva retrocessa in Serie D per poi essere ripescata. Ora si tratta solo di una sfida che vale per la sopravvivenza.

Sostieni l’informazione gratuita con una donazione

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.