Quantcast

Lucchese beffata sul finale dal Teramo: al Porta Elisa finisce 2-2

La squadra di Pagliuca rimonta l'iniziale svantaggio con il rigore di Fedato e il tiro da fuori di Eklu, ma poi regala il pareggio lasciando tutto solo Cuccurullo

Lucchese – Teramo 2-2
LUCCHESE (4-3-3): Coletta; Corsinelli (40′ st Papini), Bellich (31′ st Bachini), Baldan, Nannini; Frigerio, Bensaja, Eklu (20′ st Brandi); Gibilterra (31′ st Belloni), Semprini (31′ st Nanni), Fedato. A disp.: Cucchietti, Babbi, Yakubiv, Dumbravanu, Lovisa, Ruggiero. All. Carbone

TERAMO (4-3-3): Tozzo; Hadziosmanovic, Soprano (18′ pt Bellucci), Piacentini, Bouah (25′ st Rillo); Rossetti, Arrigoni, Viero (14′ st Cuccurullo); Malotti (25′ st Kyeremateng), Bernadotto, Rosso (14′ st Birligea). A disp.: Agostino, Ndreacka, Di Dio, Montaperto. All. Guidi

ARBITRO: Simone Taricone di Perugia (Cataneo di Foggia e Colaianni di Bari)

MARCATORI: 6′ pt Arrigoni, 19′ pt rig Fedato, 11′ st Eklu, 38′ st Cuccurullo

NOTE: ammoniti Bouah, Fedato, Bensaja, Frigerio, Rossetti. Spettatori paganti 630 (compresa quota abbonati): 264 gradinata, 364 curva

Niente ritorno alla vittoria. Finisce in pareggio la sfida allo stadio Porta Elisa tra Lucchese e Teramo. I rossoneri, dopo aver dominato per lunghi tratti la gara, hanno rimontato con carattere l’iniziale svantaggio (subito dopo appena 6 minuti di gara) per poi farsi beffare al 38′ della ripresa dal gol di Cuccurullo.

Ancora male la retroguardia rossonera, che prima regala la punizione che ha poi scaturito il primo gol; e dopo apre le porte del pareggio lasciando l’autore del 2-2 tutto solo in area. È il decimo gol subito in appena 6 gare, da una squadra, tra l’altro, che fino ad oggi aveva il peggior attacco del campionato con una sola rete all’attivo.

Al Porta Elisa sono emersi ancora una volta tutti i difetti di questo inizio stagione: non la solo la difesa, anche in avanti la Pantera spreca troppo. È il primo pareggio stagionale per la Lucchese, che sale a quota 7 punti. C’è ancora tanto da lavorare: il prossimo impegno è sabato (2 ottobre) nella difficile trasferta con il Modena.

La cronaca

Missione riscatto. Dopo la sconfitta per 3-1 nella trasferta di sabato pomeriggio contro l’Ancona Matelica, a termine di una gara a lunghi tratti dominata ma con i soliti errori di questo inizio stagione, la Lucchese torna nuovamente in campo nel turno infrasettimanale valevole per la sesta giornata del campionato di Serie C. Allo stadio Porta Elisa arriva un agguerrito Teramo, ancora a secco di vittorie e al penultimo posto in classifica con 2 punti.

I rossoneri giocano bene, ma non hanno ancora trovato continuità nei risultati, non incanalando ancora una striscia di risultati positivi. C’è ancora tanto da migliorare, in una rosa che ha ancora margini di crescita. Troppi gli 8 gol subiti, spesso per errori macroscopici, in una squadra che, come ribadito dall’allenatore, deve crescere nelle zone fondamentali del campo, le due aree di rigore.

Il percorso di crescita passa dalla gara interna con il Teramo, una partita da non sbagliare. Mister Guido Pagliuca, di nuovo assente sulla panchina a causa di un’altra squalifica per espressioni blasfeme durante la partita con l’Ancona Matelica, ne cambia sette: in porta rientra capitan Coletta dal primo minuto, con Cucchietti che parte dalla panchina. Bellich torna al centro della difesa insieme a Baldan, sulle corsie laterali Corsinelli e Nannini. Bensaja titolarissimo davanti alla difesa, con Elklu e Frigerio mezzale. Out Picchi per infortunio. In attacco spazio per Gibilterra, nel tridente insieme a Semrpini e Fedato. Nanni, Babbi e Belloni pronti a dare il proprio contributo a partita in corso. Il Teramo, che deve fare a meno di Fiorani per squalifica, risponde con un 4-3-3 con il tridente formato da Malotti, Bernadotto e Rosso.

Prima del calcio di inizio i dirigenti della Lucchese hanno premiato Adolfo Tambellini per il traguardo dei 30 anni da medico sociale dei rossoneri. Sugli spalti, a fare il tifo per la Pantera, presenti i giovani calciatori delle giovanili della Lucchese.

Lucchese Teramo

Partenza shock per la Lucchese: al 6’, dopo un fallo ingenuo dal limite dell’area, Arrigoni batte una gran punizione che scavalca la barriera, colpisce la traversa, ma il rimbalzo, che tiene lo stadio con il fiato sospeso, è oltre la linea. Il Teramo è già in vantaggio. Nono gol subito in campionato dalla Pantera. Solita reazione rabbiosa della Lucchese: all’11’ Fedato, servito sulla sinistra dopo aver recuperato palla, mette un gran cross al centro per Semprini che, tutto solo, spreca con un colpo di testa troppo centrale. L’atteggiamento dei rossoneri viene premiato: al 17’, dopo una buona giocata di Gibilterra sulla destra, l’arbitro fischia un calcio di rigore per un fallo di mano di Arrigoni. Dal dischetto si presenta Fedato: palla da una parte, portiere dall’altra, la partita torna in parità.

Lucchese Teramo

La Lucchese domina la partita schiacciando il Teramo, ma non riesce a creare grandi occasioni per passare in vantaggio. La più ghiotta chance arriva al 42’ con un cross in area dalla destra che attraversa tutta l’area e arriva a Fedato, che da posizione defilata calcia di prima ma fuori dallo specchio. La prima frazione di gioco termina con il risultato di 1-1.

Le squadre rientrano in campo senza cambi. Meglio il Teramo in avvio di ripresa, con la Lucchese imprecisa e spesso alla ricerca di palle lunghe per Semrpini, quasi sempre anticipato. Nel momento di maggior difficoltà, arriva la più grande occasione della Pantera: al 7’ Gibilterra imbuca per Eklu in profondità, il pallone è lungo ma il Teramo rischia un clamorosa frittata a causa di un’incomprensione tra Piacentini e il portiere Tozzo. La palla finisce clamorosamente sul palo. All’11’ cambia la gara: Eklu strappa un pallone al limite dell’area e lascia partire un gran destro che si infila all’angolino per la rete del 2-1. La Lucchese ribalta la gara al Porta Elisa, proprio come contro l’Olbia.

Lucchese Teramo

Al 20’ esce uno sfinito Eklu, autore del gol del vantaggio, dentro Brandi. Sprazzi di grande calcio al Porta Elisa: al 25’, dopo una grande azione rossonera, Semprini se ne va sulla destra, entra in area e da posizione defilata lascia partire un gran destro che viene respinto da un attento Tozzo. Al 28’ è il Teramo a sfiorare il pareggio con un tiro da fuori di Rillo che finisce fuori di un soffio. La Lucchese sembra in controllo della partita, ma al 38’ arriva la beffa: Rillo crossa un gran pallone in area dalla sinistra trovando Cuccurullo tutto solo al centro che non perdona per il 2-2. Malissimo la difesa rossonera, Coletta tocca ma non riesce nel miracolo. Male in difesa e sprecona in attacco, emergono i soliti problemi dei rossoneri: al 41’ Belloni, innescato in area, controlla e calcia fuori con il destro sprecando una grandissima occasione.

Finale vietato ai deboli di cuore, ma dopo 5 minuti arriva il triplice fischio dell’arbitro: finisce 2-2 al Porta Elisa.

Dopo il 90′

C’è un po’ di amaro in bocca nelle parole di Bruno Russo nel post partita: “C’è rammarico per non aver conquistato i tre punti, però la squadra ha fatto un’ottima partita. Siamo partiti con l’handicap del gol subito dopo pochissimi minuti, poi abbiamo reagito bene e siamo riusciti a ribaltare il risultato. Questo però è un campionato difficile, le partite devono essere chiuse. Dobbiamo ancora crescere e migliorare molto, ma questa rimane un’ottima prestazione della squadra, che meritava di più. Siamo ancora un cantiere, la vera Lucchese non l’abbiamo vista. In alcuni aspetti alla squadra manca ancora un po’ di personalità, ma sono sicuro che con il tempo che questa squadra ci darà grandi soddisfazioni. Siamo stati ingenui a far colpire in area il giocatore avversario sul 2-2, ma se c’è una squadra che meritava di più questa è la Lucchese. Va detto che subiamo dei gol evitabili. Ripeto, dobbiamo migliorare. Bellich? Ha avuto un risentimento. Picchi? Ha un problema muscolare”.

Vede il bicchiere mezzo pieno Fedato, autore del primo gol stagionale: “Il pareggio è un peccato, però ci teniamo anche stretto un punto che muove la classifica. Ovviamente per come si è messa la partita dispiace, con un po’ di attenzione in più potevamo portare a casa in 3 punti. Però siamo comunque contenti del lavoro che stiamo facendo e dell’impegno che tutti ci stiamo mettendo. Siamo un grande gruppo, chiunque gioca offre sempre il massimo. È vero che potevamo avere qualche punto in più per come sono andate le partite, però alla fine ci conosciamo da poco tempo e siamo contenti di tutti. Siamo su una buona strada, ci toglieremo delle soddisfazioni. Sono contento del gol, mi sono sbloccato. Avevo tanta voglia di segnare e potevamo farne altri, devo migliorare sotto porta. Quello di oggi spero che sia il primo di tanti gol”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.