Quantcast

Un colpo di testa di Eklu regala la vittoria alla Lucchese: Viterbese ko al Porta Elisa

Gran primo tempo dei rossoneri, ma che sofferenza nella ripresa con l'uomo in più

Lucchese – Viterbese 1-0
LUCCHESE (4-3-1-2): Coletta; Papini, Bachini, Bellich, Corsinelli; Eklu, Bensaja, Visconti (8′ s Frigerio); Belloni (42′ st Babbi); Semprini (33′ st Dumbravanu), Nanni. A disp.: Cucchietti, Gibilterra, Panati, Quirini, Yakubiv, Schimmenti, Lovisa, Ruggiero, Brandi. All. Pagliuca

VITERBESE (3-5-2): Daga; Marenco, Martinelli, Van Der Velden; Pavlev (1′ st Volpe), Calcagni, Megelaitis (45′ st Simonelli), Alberico (1′ st Fracassini, 35′ st Capanni), Urso; Murilo, Volpicelli (25′ st Enrico). A disp.: Bisogno, Ricchi, Foglia, Zanon. All. Raffaele

ARBITRO: Luca Zucchetti di Foligno (Cardirola di Milano e Sicurello di Seregno)

MARCATORE: 10′ pt Eklu

NOTE: ammoniti Pavlev, Megelaitis, Urso, Papini, Bachini, Nanni, Enrico. Al 17′ del secondo tempo espulso Urso per doppia ammonizione

La Lucchese non si ferma. Davanti al proprio pubblico dello stadio Porta Elisa, la Pantera allunga la striscia di risultati positivi mettendo ko la Viterbese. A decidere la gara è il colpo di testa di Eklu al 10′ del primo tempo, uomo sempre più decisivo del centrocampo di Pagliuca. Dopo un primo tempo dominato, i rossoneri hanno sofferto sul finale del secondo tempo contro una Viterbese rimasta in dieci uomini.

Ma il muro della Lucchese ha retto, chiudendo la seconda partita consecutiva senza subire gol. La Pantera conquista tre punti d’oro e sale a quota 14 punti in classifica.

La cronaca

Dopo il pareggio (con più di qualche rimpianto) nella trasferta con la Fermana, la Lucchese torna in campo davanti al proprio pubblico del Porta Elisa per affrontare la Viterbese. L’obiettivo è quello di prolungare la striscia di risultati utili consecutivi e conquistare altri importanti punti per risalire la classifica.

Due cambi per mister Guido Pagliuca rispetto alla trasferta di Fermo: in porta confermato capitan Coletta, Bachini-Bellich centrali e Papini-Corsinelli sulle corsie laterali. A centrocampo torna Bensaja dal primo minuto, confermati Eklu e Visconti (Brandi parte dalla panchina). Sulle trequarti c’è ancora Belloni, a supporto del tandem offensivo Semprini-Nanni. Out per squalifica Fedato. La Viterbese di mister Raffaele risponde con un 3-5-2 con Murilo e Volpicelli in attacco.

Lucchese Viterbese

Passa appena un minuto e la Lucchese si rende subito pericolosa con l’ottimo spunto di Belloni, che se ne va sulla destra, rientra sul sinistro e va alla conclusione da lontano. Il tiro termina largo con Daga in controllo della sfera. Avvio di personalità della Pantera, che si prende subito in mano la gara offrendo un gran calcio al Porta Elisa e regalando al proprio pubblico azioni spettacolari ad un tocco. Un atteggiamento che viene subito premiato: al 10’ la Lucchese passa in vantaggio con l’incornata vincente a centro area di Eklu che piega le mani a Daga.

La Lucchese, dopo una timida reazione della Viterbese, resta in pieno controllo della gara senza concedere occasioni agli avversari. Calano i ritmi della gara, che non offre più grandi emozioni fino al 43’ con la Lucchese che colpisce una traversa clamorosa con il colpo di testa di Semprini da centro area. Miracoloso l’intervento di Daga, che salva la porta degli ospiti. Rischio beffa: all’ultimo respiro Urso, su una ripartenza in contropiede a seguito di un corner rossonero, si fa tutto il campo palla al piede arrivando davanti a Coletta, che salva la Lucchese sulla botta mancina del numero 5 della Viterbese. Ingenua la Pentera, con Visconti che si è fatto saltare troppo facilmente su una ripartenza che poteva vanificare un gran primo tempo. Si va all’intervallo sull’1-0.

La Lucchese parte forte anche in avvio di ripresa: dopo appena due minuti Visconti ci prova con un sinistro a giro dal limite dell’area, ma la debole conclusione finisce ampiamente fuori. All’8’ prima sostituzione della gara per mister Pagliuca: fuori Visconti, dentro Frigerio. Al 17’ la Viterbese resta in dieci uomini per un fallo ingenuo di Urso a metà campo su Frigerio, che gli costa la doppia ammonizione. Al 25’ bella ripartenza della Lucchese sulla sinistra, Belloni mette un buon cross basso in mezzo per l’inserimento di Semprini ma la sua zampata viene deviata in angolo da un difensore ospite. Brivido Lucchese: al 32’ Enrico tira una gran botta da fuori che finisce fuori di un nulla, ma c’era una posizione di fuorigioco.

La Viterbese, nonostante l’uomo in meno, cresce con il passare dei minuti. La Lucchese si abbassa troppo e soffre: al 36’ doppia occasione della Viterbese, con la Pantera che prima si salva in qualche modo in corner e dopo viene graziata da Van Der Velden. La partita si innervosisce. Finale vietato ai deboli di cuore: dopo sei minuti di recupero arriva il triplice fischio dell’arbitro, Lucchese batte Viterbese 1-0. Scatta la festa sotto la curva ovest.

Lucchese Viterbese

Dopo il 90′

Tutto la gioia di Bruno Russo a fine gara: “È una grande vittoria, tre punti importantissimi per una classifica più tranquilla. Siamo molto contenti, oggi abbiamo saputo anche soffrire. Nel secondo tempo è subentrata  la paura di non riuscire a vincere, ma sono cose che capitano. L’importante è che abbiamo portato a casa i tre punti. Ora si respira un’aria diversa in classifica, abbiamo 14 punti. Adesso testa alla prossima prestigiosa gara con la Reggiana. Non subiamo gol da due gare, stiamo crescendo. Ma sono convinto che questa squadra abbia ancora ampi margini di crescita. Il nuovo stadio? Stiamo completando tutta la documentazione, presto ci saranno novità. Sono fiducioso“.

Così mister Guido Pagliuca: “Nel primo tempo è stata una grande Lucchese, nel secondo è cambiato lo spartito, dobbiamo essere sinceri come sempre nell’analisi. Nel secondo tempo, con l’uomo in più, le nostre assenze si sono fatte sentire, penso a Fedato, Picchi e Baldan che ci avrebbero dato una grossa mano. Ma stasera voglio sottolineare soprattutto il grande gruppo che ho, la vittoria è loro. Sono contento per i ragazzi, per la società, ma anche per me e la mia famiglia. Il gol è arrivato da un’azione bellissima. Loro ci hanno messo in difficoltà con l’uomo in meno perché ci sono venuti ad aggredire uomo su uomo e noi non eravamo pronti. Ripeto, la vittoria è dei ragazzi e del mio direttore. Questa vittoria è per Dollaro”.

“Eravamo stanchi – commenta a fine gara il difensore Bachini -, oggi si sono fatte sentire le partite precedenti, il viaggio a Fermo e gli infortuni. Stanchi, sì, ma abbiamo retto e conquistato tre punti importanti. Siamo felici. Adesso un po’ di riposo e da lunedì pensiamo alla Reggiana. È uno squadrone, dovremo essere cattivi e giocare come al nostro solito perché possiamo metterli in difficoltà. In squadra abbiamo molti giovani forti con ampi margini di crescita, possono salire di categoria tranquillamente”.

“È una grande Lucchese, è una grande vittoria – commenta Papini -. Avevamo bisogno di vincere a casa nostra e lo abbiamo fatto. Era importantissimo. Siamo stati bravi a non mollare un centimetro, ad essere concentrati e abbiamo vinto anche grazie ai cambi e a chi ha dato tutto in campo. Siamo stati perfetti anche in fase difensiva. Con questa voglia e con questo gruppo ci possiamo togliere delle soddisfazioni”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.