Quantcast

La Lucchese domina al Porta Elisa: Montevarchi ko 2-0

Fedato (su rigore) e Nanni regalano tre punti d'oro alla Pantera

Lucchese – Aquila Montevarchi 2-0
LUCCHESE (4-3-1-2): Coletta; Papini, Bachini, Dumbravanu, Corsinelli (32′ st Nannini); Frigerio, Eklu (32′ st Bensaja), Visconti; Belloni (29′ st Gibilterra); Fedato (32′ st Brandi), Nanni (43′ st Babbi). A disp.: Cucchietti, Bellich, Yakubiv, Schimmenti, Lovisa, Ruggiero, Minala. All. Pagliuca

AQUILA MONTEVARCHI (4-3-3): Giusti; Achy, Tozzuolo, Dutu, Martinelli; Amatucci, Mercati (15′ st Martorelli), Intinacelli (40′ pt Carpani); Jallow (31′ st Doradiotto), Gambale (15′ st Lunghi), Barranca (15′ st Mionic). A disp.: Rinaldi, Poggesi, Boncompagni, Senzamici. All. Malotti

ARBITRO: Claudio Panettella di Gallarate (Iacovacci di Latina e Tagliaferri di Faenza)

MARCATORE: 26′ pt rig. Fedato, 10′ st Nanni

NOTE: Ammoniti: Mercati, Dutu, Belloni, Dumbravanu, Barranca, Martorelli. Al 35′ del primo tempo espulso Dutu per doppia ammonizione. Recupero: 2′ pt, 4′ st. Spettatori 1043 (368 gradinata, 576 curva, 99 ospiti)

Una gara senza storia. La Lucchese domina davanti al proprio pubblico del Porta Elisa e stende 2-0 l’Aquila Montevarchi. Una rete per tempo per la Pantera: a sbloccare la gara è il calcio di rigore di Fedato, nella ripresa è il destro di Nanni – autore di una grande prestazione – a chiudere la partita. La Lucchese, va detto, ha giocato con l’uomo in più dal 35′ del primo tempo per l’espulsione di Dutu.

Tre punti che valgono doppio per i ragazzi di Pagliuca, che salgono a 17 punti staccando di 4 lunghezze il Montevarchi. La Lucchese vince e convince: il prossimo appuntamento è con il Gubbio in trasferta.

La cronaca

Dopo la sconfitta contro la capolista Reggiana, con quel rigore netto non fischiato che grida ancora vendetta, la Lucchese torna in campo con l’obiettivo riscatto. Al Porta Elisa arriva l’Aquila Montevarchi, una partita importante in cui i rossoneri dovranno tenere alta la concentrazione per tutti i 90 minuti. Vietato commettere i soliti errori: nelle ultime due gare, infatti, la Pantera ha regalato – con tanta ingenuità – due occasioni clamorose all’ultimo respiro del primo tempo, un momento cruciale della partita. In casa contro la Viterbese i rossoneri sono stati graziati, nella trasferta al Mapei Stadium il blackout è costato il gol. Lucchese e Aquila Montevarchi sono divise da un solo punto in classifica, con la Pantera che intende restare avanti e allontanare la parte bassa della classifica.

Mister Guido Pagliuca deve ancora una volta fare i conti con gli infortuni: ancora fermi ai box Picchi, Baldan e Zanchetta. Sono due i cambi rispetto alla formazione scesa in campo contro la capolista Reggiana: in difesa c’è Dumbravanu, in attacco spazio a Nanni. Bellich parte dalla panchina, dove si va a sedere per la prima volta anche l’ex Lazio Minala. Recuperato il terzino Nannini, anche lui parte dalla panchina. Out Semprini: è acciaccato, va in tribuna. Il Montevarchi di Malotti risponde con un 4-3-3 con Jallow-Gambale-Barranca a formare il tridente offensivo.

Lucchese Aquila Montevarchi

Partenza aggressiva dei rossoneri, entrati in campo con tanta voglia di fare il risultato: al 7’ arriva il primo tiro in porta della gara con Fedato che prova a far male agli ospiti con un piattone da fuori. La conclusione è troppo debole, Giusti blocca senza problemi. Pressing offensivo della Pantera, l’Aquila Montevarchi soffre ma non concede grandi occasioni ai ragazzi di Pagliuca. Al 23’ Visconti, in contropiede, si fa tutto il campo palla al piede e al momento giusto serve un pallone sul centro-sinistra trovando l’inserimento in area di Frigerio. Il numero 16 rossonero mastica il pallone, che viene respinto in corner. Sul calcio d’angolo ci prova Papini, ma il suo colpo di testa è debole e centrale. Al 25’ cambia la gara: Dutu spinge Nanni in area su un bel corss di Papini, l’arbitro non ci pensa due volte e fischia il calcio di rigore. Dal dischetto si presenta il solito Fedato: Giusti tocca ma non basta, la Lucchese passa meritamente in vantaggio. Quarto gol in campionato per il bomber rossonero.

Nanni è imprendibile: al 35’ Dutu stende il giovane centravanti rossonero in ripartenza, il fallo gli costa il secondo giallo e l’espulsione. L’Aquila Montevarchi resta in dieci uomini. Una grande Lucchese al Porta Elisa: al 39’, dopo un grande fraseggio, Corsinelli si inserisce in area su un cross dalla destra ma la sua conclusione al volo in spaccata viene bloccata da Giusti. Un po’ di nervosismo sul finale del primo tempo: le squadre rientrano negli spogliatoi con la Lucchese meritatamente in vantaggio 1-0 e con l’uomo in più.

La prima occasione della ripresa è sui piedi di Belloni (4’), che servito sulla fascia in contropiede non riesce a trovare il passaggio giusto al centro per il raddoppio. Ma il 2-0 per la Pantera arriva poco dopo: al 10’ Nanni non arriva per pochi centimetri all’appuntamento con il gol su una bella palla dalla sinistra di Fedato, la sfera però viene raccolta da Visconti che dalla destra illumina al centro proprio per Nanni, che di destro questa volta non perdona. Scatta la festa dei rossoneri, con mister Pagliuca che corre in campo ad abbracciare i propri ragazzi beccandosi il cartellino giallo. Lucchese show: al 19’ Frigerio impatta al volo in area, su cross di Belloni, ma Giusti gli nega la gioia del gol compiendo un vero e proprio miracolo.

Non c’è partita al Porta Elisa, la Lucchese controlla il vantaggio senza correre pericoli e sfiorando più volte il tris. Il tempo scorre senza regalare grandi emozioni. Dopo 4 minuti di recupero, arriva il triplice fischio dell’arbitro: Lucchese batte Montevarchi 2-0, esplode la festa rossonera in mezzo al campo.

Lucchese Aquila Montevarchi

Dopo il 90′

Soddisfatto Bruno Russo a fine gara: “Questa è una bella vittoria meritata in lungo e in largo. Non abbiamo mai rischiato nulla. Siamo stati superiori in tutte le fasi. Sono tre punti pesanti. Sono convinto che abbiamo ancora tanti margini di miglioramento. Siamo davvero molto soddisfatti. Perdiamo Dumbravanu e Nanni per la nazionale, una cosa che ci penalizza e che ci dispiace. Ma abbiamo giocatori in grado di sostituirli. Il nuovo stadio? Non ci sono novità, siamo in attesa che il Comune manifesti il pubblico interesse. Noi crediamo molto in questo progetto, è importante per la città”.

Mister Guido Pagliuca si gode i tre punti: “Questa è la vittoria del gruppo. Sono felice per i miei ragazzi, se lo meritano. Anche oggi ci mancavano 6/7 giocatori, all’ultimo abbiamo avuto anche il forfait di Semprini. Bellich fuori? È per una scelta di centimetri, ho deciso di mettere Dumbravanu (tra i migliori in campo ndr) perché è bravo nei colpi di testa. Vinto uno scontro salvezza? Abbiamo giocato un’altra grande partita contro una diretta concorrente. Se continuiamo così, con il giusto mix tra umiltà e consapevolezza nei nostri messi, ci possiamo togliere delle soddisfazioni. Voglio ringraziare ancora una volta il mio grande staff. La vittoria di oggi la dedico a Dollaro e a mio figlio, che oggi compie 14 anni”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.