Quantcast

Un punto nelle ultime tre giornate per il Pescara, avversario della Lucchese

L'undici di Auteri doveva essere una delle protagoniste della atagione di serie C: tutto su rosa e precedenti

Il Pescara, avversaria di domani della Lucchese, proverà ad uscire dal tunnel nel quale si è infilato, con i suoi 21 punti ha un ritardo di 14 punti dalla capolista Reggiana. Nell’intento societario questa doveva essere un annata di passaggio in questa categoria con il pronto ritorno in una categoria più consona al blasone del Delfino.

Un solo punto nelle ultime tre giornate, due battute d’arresto consecutive maturate nella seconda parte in trasferta all’Orogel Stadium Dino Manuzzi di Cesena e all’Ettore Mannucci di Pontedera, in mezzo alle quale c’è stato il pareggio per 1-1 nel derby abruzzese con il Teramo.

Bilancio

Si è persa dopo aver ottenuto 10 punti nelle prime 4 giornate, nelle successive 11 ha raccolto un punto a partita, troppo poco per ambire al successo finale. Il bilancio complessivo è di 5 vittorie, 6 pareggi e 4 sconfitte. È andata in gol 22 volte e ha incassato un gol in meno. I maggiori problemi derivano dalla difesa, solo il 31 ottobre in casa con l’Olbia è riuscita a mantenere la porta inviolata, è altrettanto vero che in 15 partite solo a Cesena non ha trovato la via del gol. Allo Stadio “Adriatico” sono arrivate 3 vittorie, altrettante pareggi e 2 sconfitte. Le tre vittorie con Ancona Matelica, Fermana e Olbia sono state tutte di misura. Le due compagini marchigiane sono state sconfitte per 2-1, l’Olbia per 1-0. I successi con quest’ultima squadra e l’Ancona Matelica sono arrivati nei minuti conclusivi. Due dei tre pareggi si sono chiusi sull’1-1 con la Viterbese e il Teramo, per 2-2 si era chiusa la sfida con la Vis Pesaro. Di misura le sconfitte con le due emiliane, Reggiana e Modena. Il 3-2 subito il 3 ottobre con i granata costituisce fino ad ora la sconfitta di maggiori proporzioni, 2-1 è stata superata dai canarini.

Cifre

In casa ha segnato 12 dei 22 gol complessivi realizzati subendone 11 uno in rispetto a quelli fuori casa. Equamente divisi le reti segnate nel primo e nel secondo tempo. 3 dei 6 gol sono stati realizzati al 41 esimo minuto, due dei quali su calcio di rigore, 4 dei 6 gol realizzati nel secondo tempo sono arrivati negli ultimi 6 minuti. Non ha mai vinto quando è andata in svantaggio per prima. Ha incassato 11 gol di cui 5 nel primo tempo di cui quello con la Viterbese e quello con il Modena sempre al quinto minuto. Il capo-cannoniere degli adriatici è Franco Ferrari con 6 gol, inseguito dal duo De Marchi-Clemenza a quota 3, 2 centri per Memushaj, a quota 1 troviamo Nzita, Zappella, Cancellotti, Frascatore, D’Ursi, Pompetti Drudi e Rauti. Tre i rigori fischiati in favore dei biancazzurri di cui il primo stagionale parato da Vettorel della Carrarese a Pompetti il 5 settembre in occasione dell’esordio fuori casa. 5 le massime punizioni decretate a sfavore e tutte trasformate. Tre i calciatori che hanno preso anzitempo la via degli spogliatoi, Nzita, Diambo e Di Gennato

Volti nuovi

Sono 20 i nuovi arrivi per cercare l’immediato ritorno tra i cadetti. In porta sono arrivati da svincolati Raffaele Di Gennaro e Alessandro Iacobucci. In difesa dalla Fiorentina arriva Julian Illanes nella passata stagione al Chievo per poi trasferirsi da gennaio 2021 all’Avellino, dal Pisa arriva Gianmarco Ingrosso nella passata stagione in prestito al Cosenza, dalla Ternana è stato prelevato Paolo Frascatore, dall’Empoli arriva in prestito Davide Zappella nel gennaio scorso era stato mandato in prestito al Cesena, dal Perugia arrivano Tommaso Cancellotti e Mardochee Nzita infine dalla Vibonese è stato prelevato Alessio Rasi. A centrocampo dalla Triestina è stato preso Giuseppe Rizzo, dall’Inter è stato preso Marco Pompetti in prestito dopo che nella passata stagione era stato inviato sempre in prestito alla Cavese e dal Benevento rientra dal prestito Amadou Diambo e con la stessa formula arriva sempre dai campani Siriki Sanogo. In attacco in prestito dal Napoli arrivano Franco Ferrari lo scorso anno in prestito al Como e Eugenio D’Ursi nella passata stagione in prestito al Bari, con la stessa formula dalla Ternana arriva Guido Marilungo dopo aver vestito nel campionato precedente la maglia del Monopoli per poi approdare alla Carrarese, Michael De Marchi arriva dal Cittadella dopo aver trascorso la stagione scorsa in prestito alla Virtus Vecomp Verona, dalla Juventus in prestito arriva Luca Clemenza dopo essere stato mandato in prestito agli svizzeri del Sion, dal Torino sempre con la stessa formula arriva Nicola Rauti nella passata stagione in prestito al Palermo.

Allenatore

Per l’immediata risalita in serie B, il sodalizio si è affidato a Gaetano Auteri, il tecnico nato a Floridia in provincia di Siracusa è specializzato in promozioni. Ha vinto due campionati di serie D all’Igea Virtus nella stagione 1999-20 al Siracusa nel campionato 2008-09. Ha vinto la serie C2 alla guida del Gallipoli nella stagione 2005-06 aggiudicandosi anche la Coppa Italia, ha portato in serie B la Nocerina nel campionato 2010-11 aggiudicandosi anche la Supercoppa e infine ha centrato lo storico traguardo con il Benevento nella stagione 2015-16 portando per la prima volta i sanniti in serie B

Stranieri

Sono 7 gli stranieri nella rosa del Pescara, due argentini Julian Illanes e Franco Ferrari, il belga-congolese Mardochee Nzita, l’albanese Ledian Memushaj, il ghanese Diambo, l’ivoriano Sanogo e il serbo Bocic.

Arbitro

La gara di Pescara è stata affidata al signor Bogdan Nicolae Sfira di Pordenone con gli assistenti Simone De Nardi di Conegliano e Andrea Zezza di Ostia Lido, quarto ufficiale è il signor Luca Capriolo di Bari. Il direttore di gara rumeno non ha precedenti con il Delfino ma ha diretto in tre occasioni i rossoneri, sempre in trasferta gare tutte terminate sull’1-1. Il 22 settembre 2019 nel derby con il GhiviBorgo nel campionato di Serie D, nella stagione passata il 15 novembre 2020 in casa della Pro Sesto e il 3 aprile 2021 in casa del Piacenza.

Precedenti

Sarà l’undicesima sfida allo stadio Adriatico prevale lievemente la squadra di casa con 4 vittorie, 3 i pareggi e sempre 3 i successi rossoneri. L’ultima vittoria rossonera per 3-0 il 2 settembre 2007 in serie C in occasione della prima trasferta stagionale. Il Pescara non batte la Lucchese dal 12 ottobre 1997 in serie B per 2-1 con reti di Vannucchi per i rossoneri nel primo tempo, abruzzesi in gol nella seconda parte con Palladini e Cammarata.

Rosa

Portieri

33 Raffaele Di Gennaro, 14 Alessandro Iacobucci, 22 Alessandro Sorrentino, 1 Nicolò Radaelli

Difensori

18 Mirko Drudi, 5 Julian Illanes ex Fiorentina a settembre 2020 in prestito al Chievo da gennaio 2021 in prestito all’Avellino, 28 Gianmarco Ingrosso dal Pisa lo scorso anno in prestito al Cosenza, 38 Paolo Frascatore ex Ternana, 27 Davide Veroli, 13 Davide Zappella in prestito dall’Empoli a gennaio 2021 in prestito al Cesena, 23 Tommaso Cancellotti ex Perugia, 29 Mardochee Nzita ex Perugia, 3 Alessio Rasi ex Vibonese

Centrocampisti

8 Ledian Memushaj, 6 Mirko Valdifiori, 91 Giuseppe Rizzo ex Triestina, 21 Marco Pompetti in prestito dall’Inter lo scorso anno in prestito alla Cavese, 16 Amadou Diambo da febbraio 2021 in prestito al Benevento Primavera, 79 Siriki Sanogo in prestito dal Benevento

Attaccanti

9 Franco Ferrari in prestito dal Napoli lo scorso anno in prestito al Como, 10 Guido Marilungo in prestito dalla Ternana lo scorso anno fino a gennaio a Monopoli poi alla Carrarese, 30 Michael De Marchi dal Cittadella lo scorso anno in prestito alla Virtus Vecomp Verona, 7 Eugenio D’Ursi in prestito dal Napoli lo scorso anno in prestito al Bari, 97 Luca Clemenza in prestito dalla Juventus lo scorso anno in prestito al Sion, 11 Cristian Galano, 52 Marco Chiarella, 24 Milos Bocic a gennaio in prestito alla Pro Sesto, 17 Nicola Rauti in prestito dal Torino lo scorso anno in prestito al Palermo

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.