Lucchese con i piedi per terra: “Pensiamo a una gara per volta” foto

Mercato, Deoma non esclude altri arrivi dopo Gallon

Dopo il successo contro la Lavagnese in sala stampa parla mister Francesco Monaco: “Sapevamo che non era facile, hanno cambiato sistema di gioco e interpreti. Abbiamo sofferto un po’, ma poi siamo riusciti a rimediare. La mia espulsione? E’ evvenuta perché sono entrato in campo. Sicuramente c’è stata una grande reazione da parte nostra. Avevamo detto che bisognava rimanere concentrati e lo siamo stati. Il fallo su Cruciani? Lo hanno visto tutti, in quei casi bisogna fermarsi, ci aspetavamo che l’arbitro fischiasse. Perché la sostituzione di Vignali? Stavamo un po’ soffrendo e dovevamo ricompattarci, questo è il motivo di fondo. Adesso – conclude – dobbiamo continuare a pensare ad una partita alla volta, senza fare voli pindarici”.

Quindi parla il centrocampista Cruciani, autore di un eurogol oggi, insieme a Papini: “Il mio gol? Quando la palla rimbalza così – commenta il primo – viene naturale calciarla. Per fortuna è andata bene, avevo già fatto un gol simile in carriera, ma con il sinistro. La classifica? Preferisco non guardarla, è ancora presto. L’importante è rimanere in alto ed avere a continuità di perseguire un obiettivo. Queste sono le partite più brutte dell’anno, ma anche le più importanti. Loro vengono qui a fare la partita della vita, non sono i primi. E’ stato importante portare a casa i tre punti, alla fine”. Cruciani ci tiene poi a ringraziare i tifosi che gli sono stati vicini: “In settimana mi hanno portato un pensiero e voglio ringraziarli. Se sono riuscito a reagire in un momento così difficile è grazie a loro, ai miei compagni ed alla società”.

Papini, che rivendica il gol in sala stampa (sembra che dopo il suo tocco ci sia stata anche una deviazione di Falomi, ndr) ricorda che dentro la Lucchese tutti sono fondamentali: “Dobbiamo allenarci al massimo, siamo tutti importanti in questa squadra. A livello personale sono contento di quello che sto facendo. Sappiamo che contro di noi vengono tutti a fare la migliore partita dell’anno e noi dobbiamo dimostrare di essere più forti del loro meglio”.

Infine parla anche Daniele Deoma: “Le ultime due gare sono state difficili, ma le abbiamo risolte al meglio. Chi incontra la Lucchese vive una gara storica, lo sappiamo. Per la nostra storia in questa categoria c’entriamo poco, del resto. Quello che più ci interessa sono la mentalità, la voglia, la determinazione: non è detto che dobbiamo vincere sempre, ma queste qualità ci devono essere. La classifica? Oggi la Lucchese ha perso due partite su quindici. Questa è una squadra che dà l’anima: non guardo il Prato, la Sanremese o il Ghiviborgo, pensiamo solo a noi. Cosa ci aspettiamo da qui a Natale? Dopo aver fatto quattro punti in sei partite dissi che prima di Natale dovevamo essere primi”. Infine, sul mercato di gennaio: “Intanto è arrivato Gallon, che è un calciatore importante. Abbiamo fatto una squadra in 7-8 giorni, ricordiamocelo”.

Poi si aggiunge anche Santoro: “Ringrazio i paganti di oggi (298, ndr), ne abbiamo fatti 50 in più rispetto a due settimane fa. Sono commosso da quello che fanno i nostri tifosi in trasferta, ora dobbiamo riportare entusiasmo”.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.