Tau Calcio, il mercato entra nel vivo: dall’Aglianese ecco la punta Alessio Cargiolli

Vanta un passato anche fra i professionisti nella Virtus Entella. Si ispira a Immobile, obiettivo doppia cifra

Entra nel vivo il mercato amaranto. Il Tau Calcio comunica ufficialmente di aver acquisito le prestazioni sportive di Alessio Cargiolli, punta centrale classe 1989. Si tratta di un profilo di grande esperienza, che vanta numerose esperienze tra Serie D ed Eccellenza, giocando anche tra i professionisti con la casacca della Virtus Entella. Ha vestito, tra le altre, le maglie di: RapalloBogliasco, Massese, Sestri Levante, Todi e soprattutto Albissola, con la quale ha ottenuto due promozioni consecutive dall’Eccellenza alla serie C.

Ciao Alessio e benvenuto nella famiglia Tau. Che tipo di attaccante sei?
Con le dovute proporzioni, sono un mix tra Inzaghi e Immobile, nel senso che riesco a giocare bene dentro l’area di rigore ma mi piace principalmente attaccare la profondità. Anche se ho un fisico importante non sono il classico numero 9 che gioca spalle alla porta ma all’occorrenza sono pronto a fare un po’ di guerra là davanti

Come è nato il tuo arrivo al Tau?
Attualmente sono in Sardegna, quindi ho fatto tutto tramite il mio procuratore, ma conosco bene la società Tau. Quest’anno sono anche venuto a vederla in occasione dei match contro la Lastrigiana, finita 0-0, e il Camaiore, quando Benedetti segnò quattro gol. Sono contento che si sia concretizzata la trattativa perchè volevo andare in una società seria, che avesse un progetto importante. So che rifaranno anche lo stadio. Al Tau sanno come fare calcio, da anni è un fiore all’occhiello a livello nazionale per quanto riguarda il settore giovanile, e con il progetto “prima squadra” ha dato lezioni a società anche più blasonate. Questo perchè se i giocatori e gli staff vengono messi nelle migliori condizioni per poter lavorare serenamente, la domenica riescono a dare quel 20% in più che fa la differenza

Per la prossima stagione quali sono i tuoi obiettivi personali e di squadra?
La scorsa estate mi sono operato al crociato e ho perso gran parte della stagione. Negli ultimi mesi all’Aglianese avevo trovato il ritmo e sul più bello poi è finita la stagione perchè non ci siamo qualificati ai play off. Il mio primo obiettivo è quindi quello di ritrovare continuità, perchè ora sto bene fisicamente. Il secondo è quello di andare in doppia cifra, visto che negli ultimi anni, tranne quello del crociato, ci sono sempre riuscito e vorrei ripetermi. Per quanto riguarda quello di squadra, essendo al primo anno di serie D, credo che l’obiettivo sia raggiungere il prima possibile la salvezza, dopodiché tutto quello che verrà dopo sarà di guadagnato

Sostieni l’informazione gratuita con una donazione

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.