Menu
RSS

Serie D, pari Seravezza. Ko Ghiviborgo e le altre versiliesi

ghivipratoPoche reti per le lucchesi di serie D. Finisce senza reti il big match di giornata fra Seravezza e Ponsacco. Cadono fra le mura amiche il Ghiviborgo, contro i Prato e il Viareggio del ritrovato Aiello contro il Trestina. Ko pesante in ottica salvezza per il Real Forte Quercet sul campo dello Scandicci.

Ghiviborgo-Prato 0-1
GHIVIBORGO: Sottoriva, Barsotti, Dell’Orfanello, Ghini (28'st Nottoli), Maccabruni, Diana, Marino, Nolè (37'st Paccagnini), Ortolini, Diana, Frugoli, Remorini (29'st Tagliavacche). A disp.: Petroni, Lecceti, Sheta, Marigliani, Presicci, Romiti. All.: Mangiantini
PRATO: Fontanelli, Bassano, Cecchi (38'st Simaha), Gargiulo, Carli (44'st Rozzi), Piroli, Tomi, Quinto, Surraco (29'st Sciannamè), Kouassi, Fofana. A disp.: Cecconi, Limenti, Ciabatti, Simaha, Rozzzi, Abdoune, Sciannamè, Bazzoffia. All.: De Petrillo
ARBITRO: Pascariello di Lecce (Sonetti e Cremona di Genova)
RETI: 33'st Carli
NOTE: Espulso Quinto al 16'st. Ammoniti Ghini, Barsotti, Maccabruni e Marino
Un altro ko interno per il Ghiviborgo che rischia ora di perdere il treno per la prima piazza in serie D. Stavolta a passare al Delle Terme è il Prato. Primo tempo equilibrato e senza grosse emozioni. Nella ripresa il Ghiviborgo cerca di premere sull'acceleratore. L'espulsione di Quinto fra i lanieri potrebbe spalancare opportunità per i locali ma in realtà poco dopo la mezz'ora è il Prato a passare con la rete di Carli. Forcing finale dei locali che però non riagganciano il risultato. Anzi al 37' è Sottoriva a parare un rigore a Tomi, concesso per un precedente fallo di Dell'Orfanello.

Scandicci-Real Forte Querceta 2-0
SCANDICCI: Martinelli, Vinci, Giampa, Sinisgallo, Pezzati, Manganelli, Pecchioli, Poli, Ferretti, Pietrobattista, Bragadin. A disp.: Timperanza, Gelli, Luka, Francalanci, Cauterucci, Bigica, Martini, Campagna, Saccardi. All.: Davitti
REAL FORTE QUERCETA: Puccini, Anichini, Materazzi, Biagini, Visibelli, Guidi, Gianotti, Amico, Falchini, Vignali, Bertoni. A disp.: Agozzino, Ndou, Canalini, Di Leo, Pugliese, Maffini, Fazzini, Papini, Dinelli. All.: Brachi
ARBITRO: Cecchin di Bassano del Grappa (Cravotta di Città di Castello e Pasqualeetto di Aprilia)
RETI: 11'pt Poli, 15'st rig. Pecchioli

Seravezza-Ponsacco 0-0
SERAVEZZA: Cavagnaro; Borgia, Syku, Fiale; Bedini, Bortoletti, Grassi, Granaiola Podestà; Noccioli (26'st Bongiorni), Pegollo. A disposizione. Pietra, Ramacciotti, Nelli, Parenti, Sorrentino, Dell'Amico, Offretti, Galloni. All. Vangioni
PONSACCO: De Carlo; Tazzer, Colombini, Mazzanti, Lici (39'st Mariani); Negro, Caciagli, Castorani (37'st Becagli); Zorica (16'st Doveri); Semprini (34'st Tehe), Brega. A disposizione: Bortolozzi, Matteoni, Tehe, Menichetti, Caruso, Becagli, Calabrese. All. Colombini.
ARBITRO: Vergaro di Bari (Landoni di Milano e Ravera di Lodi)
NOTE: angoli 1-7. Spettatori: 500 circa (un centinaio da Ponsacco). Ammoniti Mazzanti, Negri, Semprini, Bortoletti
Finisce con un pari a reti bianche il big match dell'undicesima giornata Seravezza e Fc Ponsacco 1920, entrambe appaiate in vetta prima del fischio d'inizio, sfida che ha messo di fronte i due attacchi più prolifici del campionato. Ne beneficia la Pianese che batte il Bastia e balza al comando mentre rossoblù e verdeazzurri inseguono staccate di una lunghezza. I rossoblù di mister Colombini, però, possono sorridere: per una prestazione convincente sul campo di una squadra che in casa non ha mai perso, che arriva dopo due successi consecutivi.
Squadra che vince, e soprattutto convince, non si cambia. Così mister Colombini riparte dall'undici che una settimana fa si è imposto nettamente sulla Sinalunghese, con l'unica novità di Mazzanti (recuperato dopo il fastidio muscolare accusato a Castelfiorentino con il Viareggio) al posto di Becagli. Nel Seravezza, invece, c'è Noccioli in avanti al fianco di Pegollo in luogo di Bongiorni.
La posta in palio è alta perché Seravezza e Ponsacco 1920 guidano la classifica in coabitazione con il GhiviBorgo e chi vince può andare in fuga e dare un primo strappo alla classifica di un girone E di serie D equilibrato come rararmente in passato. Così il primo tempo scorre via lungo i binari dell'equilibrio anche se l'occasionissima per sbloccare l'inerzia della partita capita ai rossoblù proprio sul filo del gong che segna il termine della prima frazione: è il 45' della ripresa, infatti, quando Mazzanti incorna su una punizione di Caciagli, Cavagnaro respinge, il difensore ribatte a botta sicura e proprio sulla linea di porta salva Borgia in spaccata. In precedenza, invece, l'occasione più nitida se l'era creata Brega che, al 22', ha saltato secco Borgia e sparato dal limite costringendo Cavagnaro alla deviazione in angolo. I padroni di casa, invece, si fatti notare solo in apertura (13') con una girata di Pegollo di poco al lato.
Nella ripresa l'inerzia della partita non cambia. Ma è ancora il Ponsacco a costruire la palla gol più pulita: è il 19', infatti, quando Semprini s'avvita su una rimessa laterale lunga di Lici e incorna sotto la traversa con Cavagnaro che vola e smanaccia. Il Seravezza, invece, si vede solo al 31' quando Bongiorni (subentrato a Noccioli) conclude dal limite di poco sopra la traversa. Poi non succede più nulla.

Viareggio-Trestina 0-1
VIAREGGIO 2014: Cipriani, Bianchi, Gaye, Papi M., Balduini, Virga, Aramini (3’ st Zaccagnini), Mattei, Chicchiarelli (31’ st Lazzarini), Ceccarelli, Tine. A disp.: Bertolelli, Bruno, Surace, Miceli, Pelliconi, Magrini, Meoni. All. Aiello.
SPORTING CLUB TRESTINA: Cucchiararo, Fumanti, Martinelli, Goh, Tersini, Polidori, Staiano, Gramaccia, Ridolfi (18’ st Gallozzi), Khribech, Catacchini. A disp.: Cosimetti, Marconi, Maggioli C., Ravanelli, Marchi, Vinagli, Lignani, Benedetti, Gallozzi. All. Cerbella.
ARBITRO: Fantozzi di Civitavecchia (Vitale di Napoli e Caputo di Benevento)
RETI: 44'st Staiano.
NOTE: Angoli: 4 – 4. Ammoniti: 38’ pt Gaye, 24’ st Tersini, 28’ st Ceccarelli. Recupero 1° tempo 0’ , 2° tempo 3’.
La sfida tra due squadre alla ricerca del successo perduto va allo Sporting Club Trestina. I tifernati al “Giovanni Bui” di San Giuliano Terme non hanno fatto cose esorbitanti ma sempre più del Viareggio. Si sarebbe accontentato di un pareggio il tecnico Aiello al suo secondo mandato alla guida delle zebre. Il tecnico che era subentrato lo scorso 8 gennaio a Pagliuca era stato allontanato l’undici febbraio dopo la sconfitta con il Tuttocuoio. Il Viareggio era reduce da 6 sconfitte consecutive, gli ospiti non vincevano da 8 giornate, l’ultimo successo era arrivato tra le mura amiche il 13 gennaio 2019 con la Sangiovannese. Difesa a quattro nei locali, Bianchi, Balduini, Virga e Gaye in difesa, centrocampo formato da Aramini e Tine sulle corsie, Papi e Mattei come interni, Ceccarelli ad innescare Chicchiarelli. Cerbella può contare sul rientro di Kribech da squalifica e finalmente può schierare Ridolfi reduce da infortunio. Fumanti e Martinelli sono i laterali di difesa, Polidori e Tersini la coppia centrale, Goh fa il playmaker con Staiano e Gramaccia ai latii, Kribech, Rdollfi e Catacchini sul fronte offensivo. Il tema della gara si delinea immediatamente con il Trestina che prende in mano le redini e con il Viareggio che fatica a portare scompigli dalle parti di Cipriani. La voglia di rientrare di Ridolfi si manifesta con una bella girata stilisticamente. Ben più pericolosa l’incornata oltre metà tempo su lunga battuta di Goh che esce di poco alla destra di Cipriani. In chiusura di tempo il centravanti ospite allunga di testa da fuori area per Catacchini, il cui lob sull’uscita del portiere di casa termina sopra la traversa. Vale un gol la chiusura di Bianchi che toglie a Ridolfi innescato da Kribech la chance per calciare davanti al portiere in avvio di ripresa. Cucchiararo compie la sua prima parata su punizione di Gaye dalla lunga distanza nel quarto d’ora conclusivo. Gallozzi sale in cattedra in prossimità dei titoli di cosa, proponendo da destra un suggerimento che Catacchini arrivato di gran carriera spedisce fuori di poco, pochi istanti dopo un suo nuovo spunto dal versante opposto trova la chiusura di Giuseppe Staiano per il suo terzo gol stagionale sempre in trasferta, i precedenti con Ghiviborgo e Sinalunghese. Il Viareggio ora confida nelle due settimane di stop per svuotare l’infermeria e riempire una classifica che si è fatta pericolosa, il Trestina coglie la sua terza affermazione esterna, l’ultima era arrivata in occasione della festa dell’Immacolata Concezione quando passò per 4-1 a San Gimignano.

Tabellini elaborati anche da www.almanaccocalciotoscano.it

Ultima modifica ilDomenica, 03 Marzo 2019 22:01

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Torna in alto

assicurazione auto quixa

Una nuova assicurazione auto e moto a un ottimo prezzo e un consulente personale pronto ad aiutarti.
Fai un preventivo Quixa.

 

Contatti

Per contattarci

mailicona email redazione@luccaindiretta.it

telefonoicona telefono 346.6194740

Per la tua pubblicità

mailicona email commerciale@luccaindiretta.it

Newsletter