Menu
RSS

C Gold, Geonova soffre ma vince gara 2 con Pielle

barsantipallGeonova Lucca – Pielle Livorno 76-67 (32-19, 45-32, 56-55)
GEONOVA LUCCA: Zita 10, Barsanti 11, Nesi 12, Tessitori 13, Romano 9, Russo ne, Puccinelli ne, Giovannetti ne, Pagni 3, Pierini 2, Del Debbio 9, Tempestini 7. All.: Piazza
PIELLE LIVORNO: Bertolini 7, Dell’Agnello 19, Falconi 12, Benini 11, Burgalassi 5, Creati 3, Di Sacco, Malvone 6, Navicelli 4, Portas-Vives ne, Marrucci ne, Nannipieri ne. All.: Da Prato


C'è ancora luce per la Geonova, a patto di evitare cali di tensione e di intensità come è successo stasera quando, in comodo vantaggio, la formazione di coach Piazza ha rischiato di subire il contraccolpo della rimonta e del sorpasso della Pielle Livorno. Gara che sempre pienamente in controllo dei biancorossi lucchesi fino al terzo quarto quando la Pielle recupera uno svantaggio che era arrivato anche in doppia cifra. Nel quarto finale arriva anche il sorpasso labronico ma Lucca ritrova lucidità (e canestri) e conduce in porto la sfida che allunga a gara 3 la serie dei quarti.

La cronaca
Palla in aria e la sfida ha inizio in un clima decisamente caldo. Il primo possesso e canestro è piellino a cui risponde Barsanti, la partita ha preso da subito un ritmo decisamente alto, neanche due minuti di gioco e sul tabellone si legge già 10/8. Dell’Agnello a segno per il 10/11, ma la risposta biancorossa non si fa attendere: Barsanti e Tessitori a canestro per il 16/15, ancora Barsanti per il 18/15, poi Zita in lunette, due su due ed è il 20/16. Per la Pielle accorcia Navicelli dalla lunetta e uno scatenato Tempestini risponde con una tripla, ospiti di nuovo in lunetta, uno su due per il cecchino Falconi, ma oggi è la Geonova che conduce il gioco, prima Pagni poi Barsanti e il primo quarto se ne va, 32/19 il finale di tempo.
Secondo quarto ed inerzia tutta per i padroni di casa, dopo quattro minuti la Pielle è riuscita a piazzare quattro punti contro gli otto dei ragazzi di Piazza con una bella schiacciata di Del Debbio per il 40/23. Pielle che sblocca il punteggio dai liberi con Benini, poi ancora Benini da sotto, 40/27 il punteggio, a tre dal riposo lungo, ancora liberi, due su due per Falconi, ma non è finita, Benini torna in lunetta per il 42/30, pochi secondi ancora e Benini chiude con un canestro da fuori e forse fuori tempo massimo per il 45/32.
Si riparte con il possesso Pielle e con Benini che perde palla, la Geonova recupera e va a segno con una tripla a firma Del Debbio, a cui fa eco Romano siglando il 51/35, Dell’Agnello e Benini accorciano, Barsanti la mette da tre e sul tabellone si legge 54/44, la Pielle è decisamente più aggressiva in questo terzo quarto, tanto da recuperare otto punti alla Geonova e portarsi a meno cinque a tre minuti dalla penultima sirena.
Pielle che si fa sempre più pericolosa accorciando con Benini fino aL meno tre, Tessitori va a canestro, ma l’inerzia ha girato ed è tutta per gli ospiti, provvidenzialmente la sirena ferma il gioco per l’ultimo riposo spezzando il ritmo della Pielle che intanto si è portata ad una sola lunghezza. 56/55 il finale del terzo.
Ultimo quarto decisivo per andare a gara tre, per la Geonova è il momento di fare ricorso a tutte le energie restanti, stringere i denti e fare canestro. È Nesi che rompe il digiuno, canestro e fallo, 59/55 dopo due minuti di gioco, Burgalassi impatta sul 60/60 pari, poi la Pielle mette il naso avanti, intenzionata a restarci, va a segno da tre con Bertolini e Dell’Agnello per il 62/66, con Benini in lunetta, zero su due per lui, il gioco prosegue e Benini è di nuovo in lunetta per secondo uno zero su due. Tessitori su assist di Zita riporta la Geonova a meno due, poi Zita dai liberi per il 65/66 e di nuovo Zita da tre per il vantaggio biancorosso 68/66. Con Falconi dai liberi per l’uno su due ed ancora Zita che realizza il 70/67, è la volta del capitano ad andare davanti al canestro, uno su due per lui e 71/67 a un minuto e trenta dalla fine, partita che ovviamente si fa frammentata ricorrendo al fallo, Falcone va al tiro, ma anche per lui è uno zero su due, palla a Romano e questa volta non perdona e sigla a 13 secondi dalla fine il 74/67. Poi è Del Debbio che segna l’ultimo canestro portando tutta la squadra a gara 3 chiudendo a 76/67.

Ultima modifica ilMercoledì, 01 Maggio 2019 21:58

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Torna in alto

assicurazione auto quixa

Una nuova assicurazione auto e moto a un ottimo prezzo e un consulente personale pronto ad aiutarti.
Fai un preventivo Quixa.

 

Contatti

Per contattarci

mailicona email redazione@luccaindiretta.it

telefonoicona telefono 346.6194740

Per la tua pubblicità

mailicona email commerciale@luccaindiretta.it

Newsletter