Lucchese, sfida all’Olbia: tutto sull’avversaria

I galluresi l'anno scorso salvi per il rotto della cuffia. L'ultimo precedente favorevole ai rossoneri

Per il quinto anno consecutivo l’Olbia, avversario della Lucchese nel recupero di domani (18 novembre) alle 15 partecipa al campionato di serie C.

Lo scorso anno si è salvata per il rotto della cuffia, nella gara di ritorno con la Giana Erminio. In Sardegna i galluresi lo scorso 27 giugno avevano vinto gara 1 per 1-0, tre giorni dopo nella gara di ritorno un rigore di Perna dopo 5 minuti la condannava alla retrocessione per il peggior piazzamento. Quando ormai la retrocessione sembrava sancita al terzo minuto di recupero e in doppia inferiorità numerica per le espulsioni di Lella e Giandonato arrivava l’incornata vincente di Ogunseye che regalava la salvezza ai guardiani del faro.

Rendimento

Ha iniziato il trittico di sfide con le toscane nel modo migliore, dopo la Lucchese domenica si recherà a Carrara. Domenica scorsa ha colto la sua prima vittoria in campionato violando il Melani di Pistoia un campo particolarmente favorevole ai bianchi visto che nelle ultime cinque stagioni è stato capace di espugnarlo per 4 volte. Era stata sempre la Pistoiese a capitolare a Olbia lo scorso 23 febbraio nell’ultima gara di campionato, nell’ultimo successo interno in campionato. Nell’ultima gara giocata sull’isola aveva subito il secondo poker di reti della stagione per mano della Pergolettese dopo quello subito in casa dell’Alessandria. Il capitombolo casalingo interrompeva una serie utile di quattro giornate. L’avvio era stato difficile con tre sconfitte nelle prime tre giornate, le due sconfitte casalinghe con Pontedera e Pro Patria per 1-0 e i 4 gol incassati in Piemonte.

Cifre

A Pistoia per la prima volta è riuscita a segnare due gol. Occupa la penultima posizione di classifica con 7 punti piazzamento che condivide con la Giana Erminio. Insieme a Lucchese e Grosseto è tra le formazioni che non hanno mai vinto rispetto alle due toscane ha raccolto un punto in più. Detiene con il Como il record negativo di gol fatti, ma i lariani come la Lucchese in casa hanno giocato una gara in meno, con due reti realizzate. In questa prima parte di stagione solamente a Piacenza è stata capace di portarsi in vantaggio per prima. Il bilancio interno è di 3 sconfitte e due pareggi, con 2 gol fatti e 7 subiti. Pontedera e Pro Patria si sono imposte per 1-0 realizzando il gol partita nel secondo tempo. L’1-4 con Pergolettese aveva visto i bianchi arrivare alla pausa sotto per 3-0. Sull’1-1 aveva chiuso il match con il Livorno e con la Pro Vercelli lo scorso 25 ottobre è stata l’unica partita in cui ha mantenuto la porta inviolata. Anche con i labronici era andata in svantaggio nella seconda parte. Nicholas Pennington è il miglior realizzatore dei bianchi con 2 centri seguito da Cocco, Altare, Ragatzu, Ladinetti e Giandonato. Questi ultimi due a Pistoia hanno festeggiato il loro primo gol assoluto, Ladinetti tra i professionisti e Giandonato con i galluresi. Ha beneficiato di 3 rigori nelle ultime due giornate di cui uno fallito da Ragatzu nella gara interna con la Pergolettese. Emerson è l’unico calciatore che si è visto sventolare un cartellino rosso per doppia ammonizione.

Volti nuovi

Continua il rapporto stretto con il Cagliari che ha inviato in Gallura i centrocampisti Matteo Cossu e Riccardo Ladinetti e gli attaccanti Luca Cagliano e Federico Marigosu nel finale di stagione debuttanti in serie A. In porta dalla Pro Patria è arrivato Paolo Tornaghi, in difesa dall’Arzachena l’italo-colombiano Christian Arboleda, dal Foggia con trascorsi al Cagliari Andrea Cadili e dal Potenza il brasiliano Emerson con esperienza in Sardegna maturate con Nuorese e Elmas con un quadriennio trascorso a Livorno. Dall’Ascoli a rafforzare la linea mediana l’Olbia con la formula del prestito si è assicurata Mattia D’Agostino. In attacco è arrivato l’ italo-nigeriano King Udoh dalla Pianese e nella settimana scorsa è stato tesserato Daniele Ragatzu alla sua quarta stagione con questa maglia dopo il ritorno a Cagliari nella stagione scorsa.

Allenatore

Massimiliano Canzi, arriva dal Cagliari dove lo scorso anno ricopriva il ruolo di vice-llenatore di Walter Zenga. In precedenza era alla guida della Primavera rossoblu con la quale aveva iniziato la sua esperienza a partire dalla stagione 2015-16. Lo scorso anno con la chiusura anticipata dalla stagione occupava il secondo posto in classifica dietro all’Atalanta. Il tecnico nato a Milano aveva iniziato a muovere i primi passi da allenatore nei settori giovanili lombardi, allenando le prime squadre di Sandonatese dal 2001 al 2005 e della Paullese nel campionato 2005-06. Nel campionato seguente fa parte dello staff della prima squadra del Siena come collaboratore tecnico. Lo stesso incarico, sempre in serie A, gli viene affidato a Lecce nel campionato successivo, mentre nella stagione 2009/2010 è al Torino in serie B. L’anno seguente ricopre il ruolo di allenatore in seconda di Mario Beretta in Grecia al Paok Salonicco, poi al Brescia, di nuovo al Siena e poi al Latina. In carriera Canzi ha maturato un’esperienza nel calcio femminile alla guida della Geas Sesto San Giovanni nel campionato di Serie A 2000/2001.

Rosa

Portieri: Luca Barone, Paolo Tornaghi, Marten Van der Want olandese

Difensori: Giorgio Altare in prestito dal Genoa fino a gennaio 2020 alla Feralpisalò, Christian Arboleda italo-colombiano ex Arzachena, Andrea Cadili ex Foggia, Gabriele Dalla Bernardina, Ramos Borges Emerson brasiliano ex Potenza, Luca La Rosa, Francesco Pisano e Mattia Pitzalis

Centrocampisti: Luca Belloni, Roberto Biancu, Matteo Cossu in prestito dal Cagliari, Mattia D’Agostino in prestito dall’Ascoli, Antonio Demarcus, Riccardo Doratiotto, Manule Giandonato fino a gennaio 2020 al Piacenza, Nunzio Lella, Fabio Occhioni, Nicholas Pennington, Riccardo Ladinetti in prestito dal Cagliari

Attaccanti: Andrea Cocco, Luca Caglano in prestito dal Cagliari, King Udoh italo-nigeriano ex Pianese, Federico Marigosu in prestito dal Cagliari e Daniele Ragatzu

Assenze

L’Olbia dovrà rinunciare agli infortunati, Pisano, Cocco, Doratiotto, Biancu e Belloni.

Arbitro

Francesco Cosso di Reggio Calabria dirigerà al Naspoli con la collaborazione degli assistenti Emanuele De Angelis di Roma 2 e Milos Tomasello Andulajevic di Messina. Quarto ufficiale Flavio Fantozzi di Civitavecchia.
È al suo quarto anno in Serie C ha già diretto le due squadre. L’Olbia con il fischietto calabrese ha un bilancio di una vittoria in casa il 17 dicembre 2017 sul Monza per 2-1, un pareggio ad Alessandria con la Juventus U23 per 2-2 il 13 aprile 2019 e una sconfitta sull’isola il 17 novembre 2019 per 2-1 con il Novara. L’unico precedente con i rossoneri è datato 8 novembre 2017 al Porta Elisa con il Prato: gara chiusa a reti inviolate.

Precedenti

L’ultima sfida risale al 30 marzo 2019 e vide la Lucchese sfatare una tradizione che non l’aveva mai vista vincere in Sardegna. I rossoneri si imposero per 1-0 con una rete di Sorrentino intorno alla mezz’ora del primo tempo. Il segno X era prevalso negli ultimi confronti, il 2-2 del 4 settembre 2016 con doppietta rossonera di Forte e 1-1 il 3 dicembre 2017 griffato da De Vena e Ogunseye. Per trova l’ultima vittoria dei guardiani del faro bisogna risalire al 9 gennaio 1977: vantaggio rossonero su autorete di Salvatici e tripletta di Bagatti per gli olbiesi. Complessivamente in Sardegna il bilancio è di 4 vittorie dell’Olbia, 9 pareggi e un successo rossonero.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.