Menu
RSS

Lavori S.Concordio, Mei: “Tanti ritrovamenti nell'area”

bittaRitrovamenti archeologici nell'area ex Gesam, il Comitato San Concordio replica al sindaco che ieri (15 luglio) nel suo intervento in consiglio comunale aveva escluso che, nella fase di scavo, fossero stati trovati in zona reperti di un qualche rilievo.
"Il sindaco - scrivee Clara Mei - nel consiglio comunale di ieri ha affermato che "se nell'area Gesam ci fosse stato chissà cosa di valore, all'epoca i lavori sarebbero stati fermati". Infatti, non solo i lavori furono fermati, ma la soprintendenza impose una modifica al progetto Steccone, di cui fu tagliato un angolo che insisteva proprio sopra le strutture interrate del porto, come erano e sono riportate in dettaglio al centimetro nelle molte mappe, carte e estratti catastali disponibili. Caso volle che in quell'angolo tagliato si trovasse un pilastro portante della costruzione dello Steccone, la cui mancanza portò a gravi irregolarità in tema di antisismica da cui trassero spunto parte delle indagini della magistratura".

Leggi tutto...

Kme a Fiom: "Ottone, nessuna cessazione di attività"

KME7Kme, dura risposta al sindacato sulla trattativa con i cinesi per la cessione del business delle barre di ottone: "Il comunicato del coordinatore nazionale Fiom Braccini - si legge nella nota dell'azienda - mostra o una plateale ignoranza delle più elementari normative sindacali o, piuttosto, il goffo tentativo di ricerca di visibilità anche a scapito della verità dei fatti. L’annuncio dell’azionista Intek Group relativo all’accordo raggiunto da Kme A.G. per la cessione del business delle barre di ottone al gruppo cinese Zhejiang Hailiang Co.Ltd. è infatti un passaggio coerente con il piano strategico annunciato dal gruppo per una focalizzazione del proprio portafoglio prodotti sui laminati di rame e leghe e sui prodotti speciali. Tale strategia è confermata anche dall’accordo dello scorso luglio per l’acquisizione di Mkm, produttore tedesco di laminati in rame e leghe di rame".

Leggi tutto...

Separazioni e affidamenti, scontro in aula sul ddl Pillon

consigliooggiLa seconda mozione all’ordine del giorno del consiglio comunale di Lucca riguarda il disegno di legge Pillon, ovvero la proposta per la modifica di quella parte del diritto di famiglia che riguarda la separazione dei coniugi e l’affidamento e il mantenimento dei figli.
A presentare la mozione, critica nei confronti del disegno si legga e che impegna l’amministrazione ad aderire alle manifestazioni di protesta nei confronti del disegno di legge e a impegnarsi in tutte le sedi per la modifica del testo, è il capogruppo di Sinistra con Tambellini, Daniele Bianucci. “La spina dorsale della mozione – spiega – sono le parole dell’avvocato Carla Marcucci che, anche assieme all’avvocato Gianni Del Carlo, hanno lavorato e si sono impegnati sl tema. La questione è che il decreto Pillon ha deciso di dare a tutte le famiglie in crisi un’unica soluzione per tutte le situazioni. Ed è proprio l’omologazione delle soluzioni a non essere adatta a risolvere una soluzione complessa come quella delle separazioni. Si tratta di un concetto stravolto del principio di uguaglianza”. “Sulla proposta – prosegue Bianucci - di legge l’Onu stessa ha espresso profonda preoccupazione per la profonda repressione sociale che comporta e che ha diverse criticità. Fra queste l’imposizione della mediazione familiare a pagamento prima del procedimento di separazione e l’imposizione ai figli del doppio domicilio”.

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

assicurazione auto quixa

Una nuova assicurazione auto e moto a un ottimo prezzo e un consulente personale pronto ad aiutarti.
Fai un preventivo Quixa.

Contatti

Per contattarci

mailicona email redazione@luccaindiretta.it

telefonoicona telefono 346.6194740

Per la tua pubblicità

mailicona email commerciale@luccaindiretta.it

Newsletter

skodaocatvaialuglio720