Pietrasanta, nuove tariffe per chi utilizza gli impianti sportivi del territorio

Azzerata la tariffa di affitto alla Palestra Tommasi per le società sportive locali che ne usufruiscano in occasione delle gare ufficiali mentre sarà maggiorata per le società che non hanno sede nel territorio versiliese che utilizzano uno degli impianti cittadini per allenarsi o per gare ufficiali. Il principio è far pagare di più le società sportive che non risiedono nei comuni della Versilia storica aprendo, di fatto, ad un percorso comprensoriale la gestione degli impianti.

Invariate le tariffe per lo stadio comunale XIX Settembre. Cala di 1 euro la tariffa giornaliera per allenarsi al campo di atletica Falcone e Borsellino che passa da 5 euro a 4 euro al giorno. Sono invece state ritoccate con aggiustamenti variabili tra i 5 ed i 10 euro, e solo in un caso 15 euro per le gare notturne, le tariffe per l’utilizzo degli impianti, a causa dell’incidenza dei costi di illuminazione che pesano sulle casse delle società sportive che gestiscono le strutture. L’amministrazione comunale di Massimo Mallegni vara le nuove tariffe di utilizzo degli impianti sportivi che tengono conto delle difficoltà delle società sportive, della necessità di garantire una manutenzione adeguata delle strutture e dell’aumento dei costi di gestione (gas, acqua etc). “L’adeguamento del piano tariffario – spiega Andrea Cosci, assessore allo sport – mette in condizioni le società sportive ed associazioni che gestiscono degli impianti di far fronte ai costi che devono sostenere per l’ordinaria attività che sono in parte coperti dal contributo garantito dall’amministrazione. Un eventuale aumento della quota del contributo che sarebbe stata necessaria per coprire i costi avrebbe gravato su tutta la comunità, anche quindi nei confronti di chi non utilizza le strutture: in questo modo la tariffa è spalmata tra chi effettivamente beneficia degli impianti”. Il tariffario è disponibile sul sito www.comune.pietrasanta.it. “Il nuovo tariffario – spiega Marcello Forconi, funzionario dell’ufficio sport – è stato concertato e coordinato con le associazioni e società sportive che gestiscono e usufruiscono degli impianti. Un adeguamento richiesto ed atteso da anni che nel 2016 troverà finalmente il suo compimento”.
Per quanto riguarda i centri civici le vecchie tariffe si riferivano al cambio lira-euro e quindi l’amministrazione si è limitata a uniformare la quota. “Questo aumento – spiega infine Cosci – confermando la riduzione del 50 per cento delle tariffe per l’uso dei centri civici da parte di Onlus e volontariato, corrisponderà ad un incremento di 6 euro per mezza giornata, circa 1,50 euro l’ora in più”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.