Pd Viareggio: “Attacco di Alberici incomprensibile”

Il Pd di Viareggio, con una nota redatta oggi (30 gennaio) da Giuseppe Dati e Luca Poletti, torna sull’attacco subito da parte dell’assessore comunale Alberici. “Ci domandiamo la ragione di questo attacco scomposto dell’assessore Alberici contro il Partito Democratico – si legge – accusato di essere poco democratico per avere alcuni suoi esponenti assistito alla iniziativa con la quale Massimiliano Baldini e il suo avvocato hanno illustrato la sentenza del Tar sul voto viareggino, e le sue possibili conseguenze. C’erano esponenti della sinistra radicale, dei cinque stelle e della stessa maggioranza delghingariana (forse c’erano a loro insaputa). Siamo anzi sorpresi che non fossero presenti Del Ghingaro e Alberici, che pure sappiamo che erano stati invitati, e che avrebbero dovuto avere la sensibilità istituzionale di intervenire. Ebbene sì, il nostro partito si chiama democratico, e quindi non si può disinteressare del rispetto delle regole della democrazia, in particolare quelle che riguardano il momento più importante e delicato della espressione del voto. Può darsi che gli esiti della sentenza ci penalizzino, ma la democrazia, per noi, viene prima di tutto”.

La nota prosegue così: “Quanto ai rischi di collegamenti con la destra cittadina, riceviamo volentieri lezioni da chi ha nominato Eugenio Vassalle, già consigliere di Alleanza Nazionale, alla presidenza della Mover, o è stato sostenuto da chi, proprio il 25 aprile scorso, giorno della Liberazione, inneggiava al Duce, o da David Zappelli, che si alleò con la desta cittadina per fare cadere la giunta di centro sinistra di Betti, così come l’attuale assessora Sandra Mei. Non rispondiamo agli insulti. Siamo democratici sempre, quando ci conviene e anche quando non ci conviene, perché i nostri ideali vanno al di là della voglia di un assessorato”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.