Quantcast

Pietrasanta, sindaco incontro gli studenti dello Stagi e “promette” un incontro con la Provincia

Non è stato un incontro su appuntamento. Un centinaio di ragazzi del liceo artistico Stagio Stagi di Pietrasanta erano in sit-in sotto il municipio per denunciare i problemi della scuola. Il sindaco Massimo Mallegni, entrando a palazzo comunale, ha incrociato gli studenti e ha deciso di invitarli nell’aula del consiglio per ascoltare le loro richieste.

Un fuori programma sfociato in un confronto aperto e dai toni amichevoli, che ha riportato al centro del dibattito la situazione dello Stagi e i progetti per il futuro della scuola d’arte. Macchinari non utilizzabili, l’assenza di un laboratorio con pc per l’indirizzo di grafica, i limiti strutturali del plesso: ecco le carenze evidenziate dai liceali di fronte al primo cittadino. Mallegni ha seguito con attenzione le istanze e, al termine del colloquio, ha preso un impegno chiaro: “L’arte è il nostro core business – ha detto il sindaco – e il Comune ha tutto l’interesse a valorizzare l’istituto Stagi, ad aprirlo agli artigiani per sviluppare un rapporto diretto tra le attività didattiche e i laboratori della città. Purtroppo le competenze in materia sono della Provincia di Lucca, ma mi impegno a organizzare un incontro con i vostri rappresentanti e il presidente Luca Menesini per affrontare la questione”.
Il vertice, a cui parteciperanno il sindaco Mallegni e l’assessore all’istruzione Simone Tartarini, presente anche alla riunione con gli studenti, dovrebbe essere fissato per la prossima settimana. L’idea è stata accolta dai ragazzi con un applauso e il primo cittadino ha dato a tutti un secondo appuntamento per confrontarsi sul progetto di ristrutturazione del liceo, presentato dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca. “Sarebbe importante riuscire ad avviarne la realizzazione – ha spiegato Mallegni – ma all’istituto Stagi servono risorse immediate per fare una didattica seria. Sono convinto di poter trovare i fondi da girare alla Provincia per creare un collegamento con il Centro arti visive e fornire alla scuola mezzi adeguati, come una stampante 3D e altri strumenti al passo con le tecnologie. Il rilancio del liceo artistico rientra nei nostri piani strategici e unire le forze è un tentativo da percorrere per raggiungere l’obiettivo”.

Sostieni l’informazione gratuita con una donazione

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.