M5S Forte: “Ex Cava Viti, disinteresse dai candidati sindaco”

Ex Cava Viti, il dibattito tiene ancora banco a Forte dei Marmi e il tema è al centro di un intervento del Movimento Cinque Stelle che interviene dopo il consiglio comunale a Montignoso, che ha visto la partecipazione di decine di cittadini con bandiere no ex cava Viti e striscioni “protestare pacificamente contro le nuove richieste della società gestore del sito di poter stoccare amianto in forme diverse da quelle oggi previste e da una gestione tutt’altro che corretta e trasparente come anche l’Arpat ha evidenziato negli ultimi controlli. Abbiamo partecipato – dicono gli Amici di Beppe Grillo di Forte dei Marmi – ma non abbiamo visto nessuno dei 4 candidati sindaci fortemarmini presenti, e si che la discarica al confine interessa Forte dei Marmi anche solo per la falda acquifera che rifornisce il nostro Comune e che corre proprio sotto la ex cava”.

“Della enorme discarica non abbiamo visto menzione nei programmi politici di 3 su 4 candidati pubblicati sui siti di riferimento delle 4 forze politiche. Come troppo spesso accade – va avanti M5S – si pensa più a polemizzare sul regolamento urbanistico o sul decoro urbano e si tralasciano i problemi veramente importanti. Pensiamo che i cittadini di Forte dei Marmi vogliano rassicurazioni su quello che la prossima amministrazione farà per interagire con quella di Montignoso e che la collaborazione non si limiti all’organizzazione delle Frecce Tricolori sulla costa o al Trofeo ciclistico Buffoni.
Si informano i 4 candidati che il comitato no discarica Ex cava Fornace terrà un banchetto informativo a Forte dei Marmi il 4 giugno e una manifestazione a Montignoso il 10 giugno. Un altro consiglio che ci permettiamo di dare al prossimo primo cittadino è quello di valorizzare l’isola pedonale del centro storico evitando che i furgoni delle ditte di trasporto possano transitare inquinando acusticamente e fisicamente e dando di Forte dei Marmi un immagine poco edificante. I turisti che scelgono Forte chiedono di poterlo vivere in tranquillità senza doversi preoccupare di fare lo slalom tra gli automezzi. Nei giorni feriali potrebbe essere usata una parte di Piazza Marconi come parcheggio per scarico e consegna merci con carrelli elettrici come in molte città d’ Italia e del mondo civilizzato”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.