Alla cittadella di Viareggio il ricordo di Gianni Merlini

Sono passati due anni dalla sua prematura scomparsa, e il ricordo dell’architetto Gianni Merlini, compianto presidente del Carnevaldarsena, è nella città più vivo che mai. Per questo venerdì (14 luglio) alle 18, alla cittadella del carnevale, di fronte all’hangar di Libero Maggini, ci sarà un incontro per ricordare la figura di Merlini.

Sarà anche l’occasione per presentare ufficialmente la scultura Le baldorie, un progetto di Merlini nato in collaborazione con il carnevaldarsena e realizzato da Libero Maggini.
La scultura è dedicata alla tradizione popolare delle baldorie (i falò di aghi di pino che un tempo venivano accesi la sera del 7 settembre, vigilia della festa della Madonna). Un rito antico di ringraziamento, nato nel 1854 per celebrare la fine di un’epidemia di colera per intercessione – secondo la devozione popolare – della Vergine. Con gli anni il rito si trasformò in una festa che coinvolgeva i ragazzi, ma anche persone di ogni età.
La scultura Le baldorie, realizzata dall’artista Libero Maggini per il carnevaldarsena su progetto di Gianni Merlini, è pronta ed è in attesa di collocazione.
Per questo il Carnevaldarsena, d’intesa con l’amministrazione comunale, ha donato l’opera alla città. La scultura presto verrà collocata in una piazza del quartiere Darsena, come Gianni Merlini avrebbe desiderato.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.