Quantcast

Sea, Miracolo: “Dimissioni Ciacci, vicenda strumentalizzata da Camaiore”

“Stupito che un normale avvicendamento societario venga strumentalizzato per mera polemica politica”. Così il presidente di Sea Ambiente Fabrizio Miracolo commenta la presa di posizione del sindaco di Camaiore, Alessandro Del Dotto e degli assessori Sara Pescagliani e Simone Leo.
“In primo luogo, sotto il profilo della regolarità degli atti dell’azienda, preme sottolineare che correttamente il consigliere Ciacci, come giustamente riportato, ha rassegnato le proprie dimissioni irrevocabili ai sensi e per gli effetti dell’articolo 2385 del codice civile ed infatti è lo stesso codice a prevedere che il Consiglio di amministrazione rimanga in carica fino a quando i soci non provvedano a ricostituire l’organo amministrativo secondo quanto previsto dallo statuto. In ogni caso, le dimissioni di Ciacci in nulla incidono nella regolarità di tutti gli atti adottati dall’azienda, in quanto la maggioranza del Consiglio di amministrazione è pienamente in carica”.

“Lo stupore del sottoscritto – scrive Miracolo – sta nel constatare che un normale avvicendamento societario venga strumentalizzato per mera polemica politica. Ed ancora, si rammenta che il termine di 45 giorni citato nel comunicato è applicabile solo quando gli organi sociali siano giunti al termine di durata per ciascuno previsto e nulla ha a che vedere con la nomina dell’organo amministrativo di Sea Ambiente a seguito del conferimento delle quote societarie in RetiAmbiente. Quanto alle considerazioni relative all’attività istituzionale di Sea Ambiente, con particolare riferimento al Comune di Camaiore, ometto di commentare perché si tratta dei soliti pettegolezzi da bar e dei soliti aneddoti (peraltro piegati a proprio uso e consumo), che mal si addicono a figure istituzionali, peraltro professionalmente qualificate. Quanto poi ai lamentati disservizi nella raccolta ad opera di Sea Ambiente, il sindaco Del Dotto finalmente si dimostra coerente con se stesso ed in linea con quanto gli avevo contestato e sottolineato ultimamente in una trasmissione televisiva, dove eravamo entrambi presenti: l’indifferenziato aumenta a Camaiore, ciò nonostante gli sforzi economici e le profumate consulenze che lui stesso ha confermato in tv di aver affidato a Max Strata per conto del Comune che presiede. Neanche il Consigliere dimissionario Alessio Ciacci (in quota Camaiore), nonostante lo stesso Del Dotto avesse voluto ed ottenuto per lui la delega alla gestione del servizio di raccolta rifiuti per Camaiore, nel suo anno circa di carica, ha potuto porre rimedio alla situazione ma anzi, come lo stesso Sindaco ci conferma, non ha reso come nelle aspettative dei cittadini camaioresi. Chi è causa del suo mal pianga se stesso e, quando ha finito di piangere, collabori per la miglior gestione di un servizio che  lo si ricorda non riguarda soltanto Camaiore”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.