Quantcast

Sciopero revocato alla Sea, Del Dotto: “Posti di lavoro garantiti”

Questa mattina (12 dicembre) l’amministrazione comunale di Camaiore ha partecipato con l’assessore alle partecipate Simone Leo, al tavolo di conciliazione organizzato dalla Prefettura di Lucca con le organizzazioni sindacali Cgil, Fiadel e Uiltrasporti in rappresentanza dei lavoratori di Sea Ambiente spa e Sea Risorse spa. All’ordine del giorno lo sciopero proclamato per giovedì (14 dicembre), in risposta alla scelta del Comune di Camaiore di affidarsi a un nuovo contratto per il servizio di raccolta e smaltimento rifiuti in attesa della piena operatività di Reti ambiente e dopo la scadenza del contratto in essere con Sea Ambiente.

L’amministrazione comunale, a quanto si legge da un comunicato, ha affermato che, nel caso l’indagine conoscitiva porti all’individuazione di un nuovo gestore, garantirà nel contratto l’obbligo per la società appaltatrice di riassorbire la quota parte di propria competenza dei lavoratori a tempo indeterminato sia di Sea Ambiente che di Sea Risorse, nell’ambito delle facoltà concesse dalle norme di legge e dalla contrattazione collettiva. Per i restanti lavoratori che concorrono all’erogazione del servizio sul territorio comunale, saranno valutate le varie posizioni in appositi tavoli prima della stipula del contratto con l’obiettivo di garantire i livelli occupazionali rimanendo nell’ambito delle possibilità offerte dalla legge. L’amministrazione comunale si impegna infine, nell’eventualità di una nuove gestione, a verificare la valenza giuridica delle graduatorie di lavoratori a tempo determinato di Sea Ambiente e Sea Risorse, sottolineando come la volontà dell’ente di estendere la raccolta porta a porta a tutto il territorio consentirà margini di manovra in favore dell’occupazione. In virtù degli impegni presi dal Comune di Camaiore, le società hanno deciso di revocare lo sciopero in programma.
“La revoca dello sciopero – commenta il sindaco Del Dotto – ci conferma che il percorso che abbiamo intrapreso può dare garanzie per quanto riguarda i livelli occupazionali. L’intera operazione è ispirata dal perseguimento dell’interesse pubblico entro cui rientra, è evidente, anche la tutela del lavoro. Come avevamo già annunciato in sede di dibattito consiliare, presteremo massima attenzione a tutti i passaggi qualora decidessimo di scegliere un gestore diverso da Sea Ambiente dopo l’esito dell’indagine conoscitiva che effettueremo tra le aziende già conferite in Reti ambiente”.
“L’incontro in Prefettura ha dato i suoi frutti – ha commentato Michele Massari della Fp Cgil – Le società, Cgil, Uil e Fiadel esprimono soddisfazione per essere riusciti a rimettere al centro della discussione la questione del personale ed aver evitato, col dialogo, gravi rischi di perdita occupazionale. Il 15 inoltre si terrà l’assemblea del personale”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.