Pd attacca Coluccini: “Impreparato e in malafede”

Il Pd di Massarosa va all’attacco del consigliere comunale Alberto Coluccini, in merito alle sue affermazioni sulla variante al regolamento urbanistico: “”Il consigliere Alberto Coluccini – si legge – oramai divulgatore seriale e compulsivo di bufale, dopo le menzogne sui profughi e sulla destinazione degli alloggi per l’emergenza abitativa di qualche giorno fa, oggi prende di mira la variante al regolamento urbanistico accusando l’amministrazione comunale e il vicesindaco Damasco Rosi, verso il quale nutre una vera e propria ossessione – tante sono le volte che lo cerca a sproposito – della mancata ripartenza dell’edilizia nel nostro comune e dei mancati introiti derivanti dagli oneri di urbanizzazione. Sull’urbanistica e sull’edilizia il consigliere Coluccini non solo è impreparato, ma addirittura disinteressato: si ricordano infatti solo le sue innumerevoli assenze alle sedute della commissione urbanistica e alle poche sedute a cui ha partecipato, con fugaci apparizioni e altrettanto fugaci scomparse, il suo contributo è stato pari a zero, da perfetto incompetente. Capiamo quindi che abbia serie difficoltà a conoscere la materia ma ciò nonostante ne parla, a sproposito e senza un briciolo di coscienza, manifestando così, anche in questo caso, la sua proverbiale malafede. Gli effetti, anche economici, della variante al regolamento urbanistico non si vedono e non si possono vedere dopo pochi mesi dalla sua approvazione, è uno strumento che mette in condizione i proprietari di lotti edificabili, nel rispetto delle norme, di realizzare interventi e in ogni caso, ancorché vi siano le previsioni edificatorie, un’amministrazione comunale, per incassare oneri e fare cassa, non può costringere i suoi cittadini a costruire: lo faranno solo quando avranno disponibilità economiche, lo vorranno e lo riterranno opportuno a meno che l’illuminato consigliere comunale non pensi a improbabili misure coercitive nei loro confronti”.

 L’intervento del Pd non si esaurisce qui: “Per consentire all’edilizia di ripartire, l’amministrazione comunale – proseguono i Dem massarosesi – oltre all’approvazione della variante ha adottato anche ulteriori strumenti e incentivi: il regolamento sulla bio-edilizia, quello sulla messa in sicurezza idraulica, quello degli incentivi sulla sismica, quello sui cambi di destinazione d’uso, sconti sulla prima casa, etc., proposte innovative e qualificanti. Cose che il consigliere Coluccini ovviamente ignora vista la sua latitanza e lontananza da questi temi e più in generale da tutta questa materia. Coluccini erede e rappresentante di quel centro destra massarosese, da cui prende le distanze solo quando gli fa comodo ma che ben ha conosciuto, che negli anni in cui ha governato ha assoggettato il nostro territorio a un’edilizia selvaggia fatta di noti scempi, ben visibili ancora oggi, come la Baccanella a Quiesa e l’ex Tropicana a Bozzano dovrebbe solo tacere. E invece no, inizia l’anno così come lo ha finito: ovvero con bugie e proclami privi di contenuto senza nemmeno provare un briciolo di vergogna. Ma ormai i cittadini lo conoscono. Stare all’opposizione senza idee e senza proposte alternative, come fa lui, dimostrano soltanto una cultura insufficiente di governo su temi peraltro delicati e strategici”

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.