Quantcast

Seravezza, giornata dedicata alla sclerosi multipla

Sabato (13 gennaio) nei locali della Croce Bianca in via delle Contrade 139 a Querceta, si terrà un convegno dal titolo Il percorso riabilitativo nella SM, appuntamento sul territorio di informazione e confronto interamente dedicato alla rete assistenziale per la sclerosi multipla, malattia tra le più gravi del sistema nervoso centrale, che colpisce soprattutto i giovani e le donne. Il convegno è organizzato dalla sezione Aism di Lucca – Gruppo operativo della Versilia e si svolgerà dalle 15,30 alle 18,30.

Ad aprire il convegno sarà Andrea Cupini, responsabile del gruppo operativo Aism della Versilia. Farà da moderatore il dottor Giuseppe Meucci, neurologo del centro SMU.O. di Livorno. Seguiranno gli interventi del dottor Fausto Franco e della dottoressa Caterina Berti, neurologi dell’Ospedale Versilia di Lido di Camaiore. A seguire, il dottor Federico Posteraro, fisiatra e responsabile della riabilitazione del Versilia che parlerà della riabilitazione nell’area vasta. Infine, l’intervento della dottoressa Valeria Bergamaschi, fisiatra del servizio di riabilitazione dell’Aism Liguria che parlerà del percorso riabilitativo nella sclerosi multipla. Avrà poi luogo un dibattito conclusivo.
La sclerosi multipla in Italia colpisce oltre 110.000 persone, in Italia si stima che ogni anno ci siano circa 3400 nuovi casi. Cronica, imprevedibile, spesso invalidante, colpisce per lo più tra i 20 e i 40 anni, nel periodo della vita più ricco di progetti per il futuro, anche se esistono casi in età più avanzata e casi di sm pediatrica, più raramente in bambini sotto i 10 anni. Le cause della sclerosi multipla sono ancora sconosciute, probabilmente legate a una combinazione tra predisposizione genetica e fattori ambientali. A oggi non esiste una cura definitiva per questa malattia.

Sostieni l’informazione gratuita con una donazione

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.