Lega e M5S a braccetto a Viareggio contro il ‘blitz’ sul piano della telefonia in commissione

Lega e Cinque Stelle a braccetto anche a Viareggio. Sono i consiglieri comunali Pacchini e Pacilio a sollevare il problema della legittimità dell’ultima commissione urnanistica, che oltre al documento Valleverde ha visto l’aggiunta in extremis del tema del piano della telefonia mobile. “A parte la mancanza del numero legale – dicono le consigliere gialloverdi – dei componenti della maggioranza – abbiamo assistito a chiamate a casa di sollecitazione e di invio deleghe ben oltre l’orario di inizio della commissione – ci deve essere spiegata la ragione di questa fretta, dell’aggiunta all’ultimo minuto di un argomento tra l’altro molto delicato come quello della telefonia, un argomento ormai da tempo sul tavolo delle decisioni del sindaco”.

“Non è nuovo – dicono – il comportamento di presentare i documenti all’ultim’ora, ma questa volta si è toccato il fondo. La commissione si è chiusa nel caos con l’abbandono da parte della minoranza e la richiesta di messa a verbale della mancanza di ogni requisito di legittimità. L’avviso è quello di non azzardarsi a prendere decisioni così importanti che riguardano la salute e la sicurezza dei cittadini cercando scorciatoie e in barba ai regolamenti e alle leggi”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.