Quantcast

Avviato il percorso per costituire l’ambito turistico Versilia

I sindaci Alessandro Del Dotto, di Camaiore, Franco Mungai, di Massarosa, Riccardo Tarabella, di Seravezza, e Maurizio Verona, di Stazzema, nella mattinata di ieri, hanno inoltrato ai colleghi sindaci di Viareggio e Forte dei Marmi, oltre che al Commissario di Pietrasanta, la missiva di avvio formale della costituzione dell’ambito turistico Versilia come istituito dalla legge 24/2018, di attuazione e modificazione della legge di riferimento.
La missiva è l’atto prodotto da un lavoro fatto dai rispettivi delegati al turismo – Giacomo Genovesi, per Seravezza; Raffaello Giannini, per Massarosa; Alessandro Del Dotto, per Camaiore; Fabio Poli, per Stazzema – che hanno approfondito insieme il tema negli ultimi mesi. Per costituzione dell’ambito – viene specificato – si intende l’attivazione di una funzione associata di gestione delle funzioni ordinarie di politica del turismo – promozione, informazione e raccolta dati – affidate da Toscana Promozione Turistica – agenzia regionale – con apposita convenzione. Per l’attivazione della funzione, inoltre, serve la maggioranza dei Comuni dell’ambito (4 su 7), mentre per la delega anche delle funzioni sovracomunali – oggi affidate al capoluogo di provincia, Lucca, con legge regionale toscana numero 22/2015 – servono i due terzi dei Comuni (cioè 5 su 7) per attivare apposita convenzione con il capoluogo.

“Se è vero – si legge – che nella gestione associata va individuato un Ente capofila, è vero anche che – evitando inutili duplicazioni di ruoli – i Comuni potranno discutere insieme sull’idea di affidare all’Unione dei Comuni il ruolo naturale di Ente affidatario della gestione associata. Peraltro, nei recenti lavori di riforma statutaria (che verranno presentati fra poco), l’Unione ha licenziato una bozza di Statuto – che presto andrà in Consiglio dell’Unione – nella quale si parla espressamente delle funzioni e servizi in ambito turistico (futuro articolo), attivabili tramite convenzione fra Comuni aderenti (anche non entrati nell’Unione, ma comunque compresi nell’ambito territoriale della stessa) e Unione dei Comuni (futuro art. 8 dello Statuto)”. 
Peraltro, l’Unione dei Comuni è già dotata, da tempo, di un organismo territoriale di destinazionel comune, operante e attivo. Inoltre, viene ricordato che l’Unione dei Comuni è ente capofila per la regione Toscana nell’attuazione della Ciclopista Tirrenica – lotto 1 Toscana Nord, per la realizzazione della ciclopista tirrenica e relativi snodi del tratto di Toscana che va dalla foce dell’Arno alla foce del Magra, passando per le Province di Pisa, Lucca e Massa Carrara. Questo passaggio, dunque, è un momento fondamentale per la costruzione dell’ambito e il recupero dell’idea di Versilia quale realtà integrata. E’ intenzione dei Comuni proponenti di procedere con sollecitudine, cercando la massima condivisione con tutti gli attori di questo percorso, nella consapevolezza che si tratta di un passaggio strategico cruciale per il futuro.
“Nello sviluppo concreto del planning di costruzione della funzione della gestione del turismo – si legge ancora – dovrà essere curato un percorso partecipativo di audizione di tutte le categorie interessate (albergatori, commercianti, balneari, affittuari, sigle di categoria, ecc.), onde ricevere il massimo apporto e la massima collaborazione nell’ottica di una indispensabile sinergia fra attori ispirata ai principi di partecipazione, trasparenza e sussidiarietà. Concretamente, fra le tantissime opportunità di questo percorso, per la Versilia significherà: tornare protagonista delle scelte di promozione turistica (band, marchi, pacchetti…); diventare attrice di scelte di organizzazione e gestione dei servizi di informazione turistica (dai punti di informazione alle guide); condividere strategie omogenee di accoglienza del turista, con studio del settore e targettizzazione degli obiettivi; sviluppare progettuale di servizi e infrastrutture necessarie per l’ambito turistico (piste ciclabili, sentieristica, percorsi, attività ricettive, attività ricreative, attrazioni, cartellone eventi)”.
Sul tema il candidato sindaco di Pietrasanta, Ettore Neri: “Ho appreso – dice – del percorso che i sindaci di Camaiore, Massarosa, Seravezza e Stazzema hanno intrapreso per la costituzione dell’ambito turistico Versilia. Si tratta di un passaggio strategico, cruciale per il futuro del nostro territorio, perché finalmente la Versilia potrà tornare ad essere protagonista delle scelte per la propria promozione, per l’informazione turistica e anche per la pianificazione progettuale di servizi e infrastrutture come piste ciclabili, sentieristica, percorsi. Spero che il Commissario faccia in modo che Pietrasanta aderisca fin da subito a questo percorso e comunque appena eletti noi lavoreremo non solo perché la nostra città faccia parte dell’ambito turistico, ma perché possa esserne, come merita, protagonista e traino. Una Versilia finalmente unita e capace di posizionarsi sui mercati di tutto il mondo, grazie alle sue potenzialità ed eccellenze, dal mare ai monti, dall’arte alla natura”.

Sostieni l’informazione gratuita con una donazione

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.