Spiaggia gay a Torre del Lago, niente assegnazione per mancanza Durc

La spiaggia di Torre del Lago non è stata affidata per documentazione non in regola: nessuna presa di posizione politica dietro a una decisione che spetta ai tecnici del Comune e che non possono e non devono prescindere dalla legge. E’ il Comune a gettare acqua sul fuoco delle polemiche perché la società in questione è la Gel staff srl (che fa capo al Mama Mia). Per procedere all’affidamento, spiega l’amministrazione, la spiaggia di Torre del Lago è stata divisa in due lotti e sono state predisposte due gare separate. Per il primo lotto la procedura è stata completata regolarmente. Per il secondo lotto, le cose sono andate avanti in maniera più complicata. Al bando ha partecipato un solo concorrente che ha dichiarato di avvalersi di una seconda società per la gestione della spiaggia.

Per legge (nuovo codice contratti) vanno richiesti ed ottenuti i Durc di entrambe le società. Nel caso specifico, mentre il primo è risultato positivo, il secondo (giunto, dopo vari solleciti, soltanto in questi giorni) è risultato negativo, alla luce di un ammanco pari a circa 65mila euro per contributi assistenziali e previdenziali. La procedura autorizzativa è chiara: la legge vieta l’affidamento in caso di Durc negativo. Non ci sono margini di discrezionalità.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.