Chiusura accessi al mare a Pietrasanta, M5S protesta

Il Movimento Cinque Stelle di Pietrasanta boccia la chiusura degli accessi al mare disposta dalla maggioranza: “Il M5S Pietrasanta ha richiesto un incontro con il comandante della capitaneria di porto di Viareggio – spiegano i pentastellati – di verificare se la recente chiusura di altri otto accessi alla spiaggia, da parte del Comune di Pietrasanta, rispetti le prerogative dei cittadini per l’uso pubblico del demanio marittimo e soprattutto rispetti le normative di sicurezza in base alle quali i varchi di accesso al mare devono sempre restare aperti”.

“Non possiamo dimenticare – prosegue – tutto il lavoro svolto dalle capitanerie di porto e dalla guardia costiera ai tempi del comandante Tarzia, oggi al vertice della direzione marittima della Toscana, per riaprire gli accessi indebitamente chiusi dai privati per un uso sempre più esclusivo del bene pubblico. Naturalmente anche i parlamentari del M5S eletti in Toscana verranno attivati allo scopo di informare il ministro Toninelli, perché riteniamo gravissimo che una località turistica famosa nel mondo come la Versilia stia diventando come un qualsiasi villaggio turistico dove il turista deve pagare, consumare e tornare a casa. Il grave danno inflitto all’industria turistica da questo modo primitivo di sfruttare le risorse naturali sta dando i suoi disastrosi frutti, esperti del ramo parlano di un calo del turismo in Versilia intorno al 15 per cento, anche più rilevante nelle zone di Viareggio e Torre del Lago”.
“Qualche politico non del tutto disinteressato – prosegue la nota – lancia l’allarme sicurezza per i comportamenti estremi di qualche ragazzo in vacanza, facilmente contenibili se esistesse un adeguato servizio di sicurezza pagato da chi sfrutta economicamente il demanio marittimo. Il M5S denuncia l’azione miope di un’amministrazione succube delle categorie, che vorrebbe impedire alla totalità dei cittadini di godere della poesia di una passeggiata notturna sulla spiaggia o di un bagno al chiaro di luna sfruttando la scusa della cialtroneria di pochissimi maleducati e delinquenti, che sarebbero sicuramente neutralizzati da un adeguato servizio di sicurezza. Sia piuttosto incentivato da parte di amministrazione e categorie turistiche, un uso notturno civile e pacifico delle spiagge come è sempre stato nella tradizione della Versilia, in modo da isolare naturalmente i malintenzionati, perché dove ci sono persone che passeggiano civilmente non avvengono mai episodi di vandalismo”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.