Quantcast

Ultimi giorni per la mostra di Carli a museo di arte sacra di Camaiore

Ultimi giorni di visita per la mostra Famiglie in cammino verso la pace di Carlo Carli, allestita fino a domenica (26 agosto) nel Museo d’arte sacra di Camaiore. Una raccolta di quattordici opere su tela e otto disegni preparatori che raccontano i fenomeni migratori dei nostri giorni, nuova tappa di un percorso artistico di forte impegno civile, da anni focalizzato su temi di profonda presa sulla coscienza collettiva dell’Occidente.

Con l’esposizione di Camaiore Carli approfondisce il tema delle migrazioni contemporanee, leggendole in una dimensione familiare ed amalgamando le immagini dei nostri giorni con le scene d’ispirazione sacra dipinte da grandi maestri del passato come Giotto, Leonardo, Tintoretto, Caravaggio. Un originale accostamento tra pittura e grafica, tra attualità e antichità che racconta in modo nuovo ed efficace tematiche che caratterizzano da secoli l’evoluzione dell’umanità: la fuga, l’aspirazione alla libertà, la discriminazione, l’accoglienza.
La mostra, curata da Claudia Baldi, offre l’opportunità di scoprire – o riscoprire – lo splendido Museo d’arte sacra di Camaiore, scrigno di pregevoli opere come l’Annunciata di Matteo Civitali, scultura lignea del periodo rinascimentale, la mitria abbaziale del vescovo benedettino della Badia di Camaiore, un grande arazzo fiammingo del 1516, numerosi calici, fra i quali un esemplare gotico utilizzato da Papa Giovanni Paolo II in occasione della visita apostolica del 23 settembre 1989 a Lucca.
Un dialogo efficace, quello fra le opere di Carli e i tesori custoditi nel museo di Camaiore, per ritrovare nel presente – come è stato detto anche in occasione del vernissage – gli stessi valori del passato quali la sacralità della vita e la centralità della famiglia.
La mostra è aperta al pubblico nei giorni di martedì, giovedì e sabato dalle 16,30 alle 19,30.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.