Baldini e Pacchini: “Un luogo cittadino intitolato alla memoria di Carlo Biagi”

Una piazza per Carlo Biagi, unico viareggino a cinque cerchi. A chiederlo sono i consiglieri comunali di Viareggio Baldini e Pacchini.
Carlo Biagi è stato un viareggino doc che non solo ha giocato a calcio nel Viareggio ma che, con la nazionale azzurra, ha vinto la medaglia d’oro alle Olimpiadi del 1936 a Berlino.
Un record, visto che non vi sono altri atleti ad essere saliti sul gradino più alto del podio olimpico, e non il solo visto che Carlo Biagi è stato anche il primo calciatore italiano a segnare quattro reti in una stessa partita dell’Italia (proprio alle Olimpiadi del 1936 contro il Giappone) come hanno saputo fare solamente altri cinque giocatori nella storia, fra i quali Gigi Riva, Roberto Bettega ed Omar Sivori.

“Noi, lo dichiariamo candidamente, lo abbiamo appreso per la prima volta – dichiarano Massimiliano Baldini (capogruppo Movimento Cittadini) e Maria Domenica Pacchini (capogruppo Lega) – all’incontro di ieri al caffè-libreria Lettera 22, dove è stato presentato per la terza volta il libro Orgoglio Bianconero per i cento anni del Viareggio Calcio. Il fatto è poco noto, a Viareggio lo sanno in pochissimi come abbiamo appreso ieri, anche perchè c’è la cattiva abitudine di voler dimenticare tutto quello che riguarda il periodo fascista, anche quando è positivo come la vittoria della nazionale alle Olimpiadi. E nel caso di Biagi la questione è clamorosa perchè di viareggini con la medaglia d’oro olimpica al collo c’è stato solo lui. Per questo motivo abbiamo raccolto anche noi la sollecitazione ad intitolare un luogo di Viareggio a suo nome – magari la piazzetta davanti allo stadio di calcio ancora priva di commemorazione – e questa mattina ci siamo recati in Comune per sollecitare la riunione della commissione per la toponomastica, già costituita con regolamento approvato dal consiglio comunale e dove, per le forze di minoranza, è stato nominato il collega Alessandro Santini”. “Carlo Biagi – concludono Massimiliano Baldini e Maria Domenica Pacchini – merita certamente un luogo di commemorazione per quanto lustro ha dato alla città conquistando la medaglia d’oro olimpica e celebrarlo nel centenario del Viareggio è sicuramente una concomitanza speciale e perfetta”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.