Seravezza, fondi per la scuola Frediani. Ma è polemica

Il comune di Seravezza avvia il piano per la messa in sicurezza delle scuole. La fondazione Cassa di risparmio di Lucca ha infatti stanziato per il 2019 un finanziamento di 140mila euro per la progettazione definitiva ed esecutiva delle opere di adeguamento sismico e ristrutturazione della scuola primaria Frediani e dell’annessa palestra. 

L’amministrazione comunale, grazie a questi fondi, potrà migliorare il posizionamento della scuola nella graduatoria regionale per aprire la strada a successivi contributi da parte del ministero, per eseguire le opere e riaprire la struttura. La Cassa di risparmio di Lucca stanzierà anche 230mila euro nel triennio 2019-2021, per le opere di adeguamento sismico delle scuole dell’infanzia Salvatori di Basati e Munari di Querceta. La primaria di Seravezza è stata oggetto di una progettazione di massima di adeguamento sismico per circa 2,7 milioni di euro che la colloca al 113esimo posto nel piano triennale 2018-2020 varato dalla regione a sostegno degli interventi straordinari degli enti locali. Come ribadisce l’assessore regionale Cristina Grieco in risposta ad alcune afferazioni emerse dal consiglio comunale versiliese, in particolare a Rifondazione comunista: “Sull’edilizia scolastica la Regione Toscana non è parte di nessun teatrino e non solo agisce attraverso piani triennali programmando interventi e realizzando graduatorie in base ai criteri dettati dal Miur, ma va ben oltre le sue competenze in materia, destinando risorse del bilancio regionale per permettere alle scuole in situazioni emergenziali di riaprire parti di edifici scolastici in condizioni di inagibilità. E quanto alle scuole primarie Frediani di Seravezza, sono utilmente inserite nella graduatoria del piano 2018/2020 e potrebbero beneficiare dell’intero importo di 2,7milioni di euro in caso di avanzamento della stessa. L’attuale posizionamento in graduatoria al 113 posto è dovuto allo stato progettuale limitato alla sola presentazione dello studio di fattibilità, requisito che, da criteri stabiliti in sede nazionale, non consente un posizionamento più alto nella graduatoria. Per questo abbiamo invitato l’amministrazione comunale ad accelerare sulle tempistiche progettuali perché risulti possibile un miglior piazzamento in graduatoria del piano triennale in sede di scorrimento, con la possibilità di ottenere il finanziamento completo dell’intervento”. Grazie al finanziamento giunto da Lucca potrebbe quindi essere possibile passare a una progettazione definitiva ed esecutiva. Per l’amministrazione ci sono concrete speranze che nel 2019 o nel 2020 la scuola Frediani guadagni posizioni in graduatoria per ottenere il finanziamento statale che andrebbe a coprire l’intero costo dell’opera. La Regione mette a disposizione anche altre risorse dedicate a interventi urgenti e indifferibili nel settore dell’edilizia scolastica. “Non bisogna fare confusione, quindi, perché è a questa seconda e diversa linea di finanziamento che l’assessore Grieco si riferisce quando indica in 400mila euro il limite massimo finanziabile”, chiarisce l’assessore al patrimonio Giuliano Bartelletti. “In questo caso Seravezza ha già ottenuto dalla Regione 170mila euro per l’acquisto dei moduli per la didattica alla scuola primaria di Ripa -continua l’assessore Bartelletti-. Come si vede, il comune si muove con determinazione su tutti i fronti e non lascia niente di intentato, cercando di finalizzare il proprio programma, che è quello di mettere a posto tutte le scuole comunali. Il piano ci vede impegnati nell’adeguamento sismico e nell’efficientamento energetico con investimenti complessivi che arrivano a sfiorare gli otto milioni di euro”. Il finanziamento della fondazione Cassa di risparmio di Lucca è accolto con soddisfazione dal consigliere delegato alla pubblica istruzione Riccardo Biagi. “L’Amministrazione Tarabella ha preso in mano con coraggio e lucidità il tema delle scuole, dando corso a un piano di interventi senza precedenti -commenta Riccardo Biagi-. È un dato di fatto incontestabile e dispiace che alcune forze politiche tentino ancora di confondere le acque e di far passare messaggi negativi. Noi andiamo avanti con convinzione, motivati a tenere fede agli impegni presi con i cittadini e con le famiglie. È doveroso ringraziare tutti gli enti che, come la Fondazione, ci stanno aiutando a rendere più accoglienti e sicure le nostre scuole”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.