Quantcast

Sole sicuro per i lavoratori balneari, convegno con la Asl

Ad uno dei convegni di Balnearia 2019, viene allestito uno stand della Asl Toscana nord ovest che vuol rendere sicuro il sole per i lavoratori del settore balneare. Si chiude oggi (27 febbraio )a Carrara Fiere, la 20esima edizione di Balnearia, che si è svolta in contemporanea con la 39esima edizione di Tirreno C.T., il salone della ristorazione e dell’ospitalità.

Tanti, come consuetudine, i visitatori della manifestazione, che ha permesso di mettere in mostra tutte le novità e proposte innovative per la prossima stagione balneare. Balnearia è infatti un catalizzatore dei principali attori e protagonisti della filiera, che la scelgono come vetrina di lancio per le novità.
Nel corso della rassegna si sono svolti anche alcuni convegni, seminari e workshop che hanno richiamato gli addetti ai lavori e gli opinion leader di questo settore in continua crescita.
Tra questi eventi anche un convegno, che ha avuto riscontri molto positivi, organizzato dall’azienda Usl Toscana nord ovest sul tema Sole sicuro per i lavoratori del settore balneare.
Nell’attività quotidiana dei lavoratori balneari sono infatti presenti dei rischi per la salute, tra cui quelli legati all’esposizione cronica alle radiazioni solari, riconosciuta ormai da molti anni come cancerogena per la pelle. E’ opinione comune che gli stessi lavoratori sottostimino il rischio, che non attuino le possibili misure di protezione e prevenzione e che non tutti sappiano che i tumori della cute sono, nel loro caso, vere e proprie malattie professionali.
Per questo motivo in particolare l’unità funzionale di Prevenzione igiene e sicurezza nei luoghi di lavoro (Pissl) della Versilia ha approfondito gli aspetti di rischio e di danno nel settore balneare legati alla esposizione a radiazioni ultraviolette, analizzando in particolar modo occasioni di esposizione e misure di prevenzione, anche innovative, in modo da consentire agli operatori balneari di gestire nel tempo il proprio lavoro con cautele corrette. Il convegno ha permesso di diffondere queste importanti informazioni, frutto del lavoro di collaborazione di ricercatori e professionisti qualificati (Ispro, Cnr Ibimet, Laboratorio di sanità pubblica di Siena, Inail) e di farne occasione di dibattito pubblico con i lavoratori.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.