Sinistra Comune su bilancio Massarosa: “Coluccini non ne azzecca una”

Bilancio di previsione a Massarosa, Sinistra Comune interviene dopo l’approvazione: “Alberto Coluccini – commenta la lista di sinistra, che sostiene il sindaco Mungai – all’ultimo consiglio comunale sul bilancio di previsione non si è nemmeno presentato. Non ha voluto assistere al crollo del castello di carte su cui poggiava la sua interminabile campagna elettorale, infatti anche in quest’ultimo bilancio di previsione vengono smentite le sue profezie di pre-dissesto o addirittura di dissesto. Davvero un bel curriculum per un candidato a sindaco. Noi, pur nelle difficoltà che mai abbiamo nascosto, siamo riusciti sempre a dimostrare, carte alla mano, che aveva torto”.

“Alberto Coluccini – prosegue Sinistra Comune – ha un rapporto difficile con la verità, lo testimoniano gli ultimi cinque anni durante i quali tre diversi collegi di sindaci revisori dei conti lo hanno sempre smentito, dando pareri positivi sui bilanci del comune di Massarosa. La verità è che la pressione fiscale è diminuita di 127 euro per ogni cittadino rispetto al 2013. La destra ovviamente è più esperta di condoni, per inciso al comune di Massarosa la rottamazione delle cartelle sotto i mille euro costerà oltre 400mila euro di minori entrate. Intanto anche per il 2019 abbiamo firmato coi sindacati l’accordo sulle politiche sociali e tariffarie adottate dall’amministrazione in termini di lavoro, casa ed equità fiscale. Siccome non era presente, speriamo che Coluccini sia d’accordo almeno nel mantenere così alto il livello delle esenzioni e delle agevolazioni per le famiglie e le persone in difficoltà, per noi è motivo di vanto”.
“Coluccini dopo la sua battaglia per aggiustare le altalene dei parchi – conclude Sinistra Comune – non ne ha più azzeccata una, si vede che a Massarosa per diventare il candidato unico del centro destra le altalene bastano e avanzano”

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.