Mauro: “Assenze a celebrazioni Anpi pugno nello stomaco per massarosesi”

“25 aprile festa di tutti, non esserci è un pugno nello stomaco per tutti i massarosesi”. A dirlo è il candidato sindaco di Massarosa per il centrosinistra, Francesco Mauro.

“Da una parte la democrazia e la libertà dall’altra il negazionismo, l’irriverenza e la mancanza di rispetto per tutte le persone che hanno reso libero il nostro paese – dice Mauro che alla vigilia dell’iniziativa dell’Annopi in piazza a Massarosa aveva invitato all’unità e alla partecipazione tutti i colleghi candidati – L’assenza di alcuni candidati al ricordo di Taddei, il giovane comandante della formazione Marcello Garosi che cadde vittima, insieme a Ciro Bertini, il 29 agosto 1944 a Col de’ Lanci a Gualdo è un colpo allo stomaco a tutti i massarosesi che credono nella libertà. Il 25 aprile non è e non deve essere una lotta tra comunisti e fascisti, il 25 aprile è la festa dell’Italia e degli italiani perché senza quel 25 aprile del 1945 non ci sarebbe il nostro paese così come lo conosciamo fino ad oggi, un paese democratico ma soprattutto libero e in pace”.
Francesco Mauro si chiede cosa possa aver causato l’assenza soprattutto del candidato Coluccini che si è sempre definito un civico moderato: “Evidentemente le ideologie e gli estremismi dei partiti che lo sostengono dettano la linea e la sua presunta e sventolata civicità è sacrificata sull’altare del consenso, Coluccini deve scegliere e a quanto pare lo ha già fatto”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.