Caso Battaglini a Pietrasanta, Marchetti (Fi): “Noi leali con la maggioranza”

“Noi leali alla maggioranza di governo”. Lo dice, riferendosi alla situazione della giunta di Pietrasanta, il coordinatore provinciale di Forza Italia, Maurizio Marchetti.

“Nel 2018 il centro destra ha vinto ancora una volta le elezioni amministrative a Pietrasanta. Una conferma importante frutto di un lavoro lungo e faticoso che ha visto cambiare il volto alla città e a tutto il territorio donando identità e visibilità, che oggi nonostante questo difficile momento di crisi economica, vede Pietrasanta al primo posto nel commercio, nel turismo e nell’artigianato. In questo anno l’amministrazione guidata da Alberto Giovannetti ha dimostrato di saper fare, raccogliendo un’importante eredità e migliorando l’attenzione alle cose quotidiane e programmando importanti progetti per prossimo futuro. Purtroppo questioni di tipo personale stanno avvelenando un clima sereno e fattivo portando il Consiglio comunale a spendere inutili energie in questioni volute dall’opposizione che non curante degli interessi dei cittadini continua in uno stillicidio quotidiano senza mai fare proposte costruttive. La vicenda che riguarda il consigliere Battaglini del gruppo misto, non ci ha mai appassionato, anzi. Forza Italia non condivide azioni che delegittimano il volere popolare e si muove da sempre contro azioni che possano anche semplicemente apparire di discriminazione politica. Purtroppo questa vicenda non ha nulla di politico, ed è solo apparentemente discrezionale da parte del consiglio comunale. La legge infatti impone al consiglio comunale di approvare o meno la decadenza di un proprio componente e però il Consiglio Comunale è soggetto al controllo di tutti gli organismi, civili, contabili e penali anche nell’ambito delle proprie prerogative. Nel caso di specie è bene innanzitutto ricordare che tutto nasce da un esposto a cura del Pd del febbraio scorso che ha innescato la questione dell’incompabilità di Battaglini; su questo il segretario comunale ha prodotto un parere, anche suffragato da quelli del Ministero degli interni e Prefettura, che purtroppo non lascia adito ad interpretazioni. Nei vari pareri i si evidenzia che in questi anni la posizione del consigliere comunale e dipendente della Fondazione Versiliana è profondamente mutata, sia sotto il suo profilo funzionale sia nella composizione societaria della Fondazione che fino allo scorso anno vedeva anche la Banca della Versilia nella compagine sociale”.
“Oggi infatti – prosegue Marchetti – anche sotto il profilo finanziario, il comune di Pietrasanta è titolare della stessa per il 100% rendendo quindi anche sotto questo profilo incompatibile la figura di funzionario e consigliere. Non comprendiamo, quindi, le motivazioni di prese di posizione di esponenti regionali del partito di Giorgia Meloni che evidentemente sono il frutto solo per di una scarsa conoscenza della vicenda o di faide interne a Fdi. Chiariamo anche che Forza Italia è leale all’alleanza e si guarderebbe bene di far firmare ai propri consiglieri comunali in altri comuni dove governiamo assieme, mozioni di sfiducia a membri della maggioranza, cosa che purtroppo è accaduta a Pietrasanta pochi giorni fa da parte dei due consiglieri del gruppo misto che fanno capo a Fdi, che hanno sottoscritto una mozione del Pd per mandare a casa il presidente del Consiglio comunale. Speriamo che tutto ciò si possa ricondurre ad una mera, seppur dolorosa, questione tecnica e che la giunta di Pietrasanta possa proseguire nel proprio lavoro senza ulteriori scossoni ed accuse assurde che coinvolgono la correttezza istituzionale dei tanti organi che hanno fornito i pareri legali”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.