Marchetti (FI): “Regione conferma, vuole entrare nel Pucciniano”

A due mesi dalla sua interrogazione relativa a diversi aspetti del festival Puccini, Maurizio Marchetti ha ricevuto la risposta che aspettava dall’assessore regionale Monica Barni. 
“Sì: la Regione Toscana conferma di avere tutte le intenzioni di entrare nella governance del festival Pucciniano e di star facendo quanto necessario per ottenere il risultato. Lo scrive l’assessore regionale Monica Barni in risposta alla mia interrogazione del luglio scorso in cui appunto invitavo la regione a uscire allo scoperto chiarendo le proprie intenzioni sulla kermesse torrelaghese, purtroppo sempre più chiacchierata che applaudita”. Ad annunciarlo è lo stesso capogruppo.

“In realtà io chiedevo anche una proposta di interventi di marketing volti al riposizionamento reputazionale della manifestazione, cameo lirico dell’estate versiliese di cui però purtroppo a ogni stagione si parla più per gli apicali che vanno via a grappoli che non di musica. Su questo però la giunta non scrive un rigo. Auspicherei che l’ingresso nella governance non si limiti all’occupazione di uno strapuntino per qualcuno, ma che dietro esista un progetto. Il fatto che si sia glissato sulla mia domanda di merito saltandola a piedi pari – osserva Marchetti – mi suscita delle perplessità”.
Ecco il testo della risposta siglata dall’assessore Barni: “In merito ai quesiti posti, si specifica, in merito al prmo quesito: ‘se rispondano a verità le indiscrezioni riportate dalla stampa circa l’intenzione, da parte della regione Toscana, di acquisire un ruolo diretto nella governance della fondazione festival Pucciniano’ che è intenzione della Regione Toscana entrare nella governance della fondazione festival Pucciniano e che, a tale proposito, si stanno approfondendo gli aspetti giuridico formali atti ad assicurare la concreta possibilità di realizzare tale intenzione”:

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.