Recaldin (Lega): “Dissesto Massarosa è solo colpa del Pd”

Più informazioni su

“Il Partito democratico di Massarosa – dice il commissario provinciale della Lega di Lucca, Andrea Recaldin – ha perso una buona occasione per tacere. Avrebbe fatto sicuramente una figura migliore scegliendo di restare in silenzio nell’affrontare la vicenda del dissesto, visto che la responsabilità di questa situazione è da imputare a chi ha governato il comune di Massarosa negli ultimi dieci anni. Senza un briciolo di dignità gli esponenti democratici hanno lanciato le peggiori accuse verso Coluccini e la sua maggioranza, come se loro negli ultimi anni, fossero stati all’opposizione e non al governo del Comune. Un atteggiamento vile dettato dal livore e dall’aggressività di chi, non sapendo come poter giustificare dieci anni di sbagli e mala gestione della cosa pubblica, preferisce gettare fango sull’amministrazione appena insediata per confondere le idee e mettersi al riparo dalle responsabilità”.

“Il sindaco Coluccini – prosegue il commissario Recaldin – non ha potuto far altro che prendere atto di questa situazione drammatica relativa all’assetto finanziario del comune: una decisione sicuramente sofferta ma che servirà a fare anche chiarezza. In questi momenti difficili, come lega, non faremo mancare il nostro appoggio alla maggioranza ed ai nostri consiglieri comunali. Lo stesso appoggio dovrebbe arrivare anche dai banchi dell’opposizione, i cui consiglieri, invece di fare polemica dovrebbero essere i primi ad impegnarsi attivamente per la comunità. Qualcuno faccia quindi capire al partito democratico che la campagna elettorale è finita e che la sinistra ha perso: ed aver portato le finanze del comune di Massarosa in questa situazione è stato proprio uno dei motivi che hanno sancito la sconfitta del Partito democratico e la sua bocciatura da parte degli elettori”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.