Nelle scuole di Camaiore arriva Marina, la borraccia di Gaia spa

Continua il progetto formativo 'Alla scoperta dell'acqua' al quale hanno aderito 200 bambini

Un’altra tappa si aggiunge al progetto formativo Alla scoperta dell’acqua, promosso dal gestore idrico Gaia spa: questa mattina (11 dicembre) gli esperti hanno incontrato circa 200 bambini della scuola primaria Gasparrini di Camaiore per consegnare loro non soltanto il libro Acqua in mente, ma, per la prima volta, anche la borraccia di Gaia, chiamata Marina. Questa mattina erano presenti anche Sandra Galeotti, assessore all’istruzione del comune di Camaiore e Simone Tartarini, membro del consiglio di amministrazione di Gaia, che hanno portato il saluto dell’amministrazione e del gestore idrico a tutti i bambini.

“Sono fiera di ospitare Gaia nelle nostre scuole – ha dichiarato l’assessore Galeotti – perché ritengo che questo progetto sia veramente fondamentale per il rispetto dell’ambiente, mi auguro che i bambini riescano a diffondere i messaggi di oggi anche a casa, ai parenti e agli amici. Sono molto felice di questa iniziativa e sono convinta che i bambini ne trarranno un grande insegnamento”.
“È un progetto importante – ha dichiarato Simone Tartarini – a cui Gaia ha dedicato tempo e risorse, per sensibilizzare i bambini, che sono il futuro, ad un uso più consapevole della risorsa idrica. Oggi abbiamo consegnato la borraccia Marina, chiamata così perchè promuove la riduzione dell’uso delle bottigliette di plastica che inquinano i mari, a salvaguardia di questi ecosistemi”.

Le lezioni di oggi sono state tenute da Alfredo Brunini (responsabile degli impianti acquedotto di tutta la Versilia). Al termine della lezione a ciascun bambino è stato consegnato il libro Acqua in mente, un attestato di partecipazione al progetto e la borraccia Marina, nei colori blu, argento, rosso,arancione e verde. Sul fronte di Marina, oltre al logo Gaia ci sono disegnate simpatiche creature che abitano mari e oceani. Le scuole ad aver aderito quest’anno al progetto formativo del Gestore, che prevede sia lezioni in aula sul ciclo dell’acqua, sia visite agli impianti, sono davvero tante: più di 100 su 45 comuni gestiti, per un totale di circa 10mila bambini delle scuole elementari.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.