Colucci: “Italia Viva a Viareggio, un altro problema per il Pd”

L'esponente dei Riformisti: "I dem opteranno per il suicidio politico?"

La nascita di Italia Viva a Viareggio crea un altro problema al Pd. Lo afferma Francesco Colucci dei Riformatori lucchesi che commenta l’atto di nascita della nuova formazione. Secondo Colucci sono tre i dati rilevanti: “La conferma che Giorgio Del Ghingaro si ricandiderà fra pochi mesi a sindaco di Viareggio,che il capogruppo della sua Lista Civica ha aderito a Italia Viva e costituito un comitato a sostegno di Del Ghingaro e che questo fatto nuovo pone un problema politico serio al Pd viareggino”.

“Il Pd – si chiede Colucci – farà il suicidio politico di perseverare su una candidatura contrapposta a Del Ghingaro determinando così la vittoria di Salvini anche a Viareggio? Il Pd locale è incomprensibile e masochista: invece di cercare di allargare il consenso nella competizione elettorale che si preannuncia delicata e pericolosa per la stessa Regione Toscana, vuole andare avanti con un suo candidato a Viareggio mettendo su un piatto d’argento a Salvini, il Comune di Viareggio e forse la stessa Regione Toscana”.

“La perla di questo miope disegno politico – sottolinea Colucci – è l’annuncio di una candidatura Pd a sindaco di Viareggio dell’ex direttore generale (fino al 2017) di Confindustria Toscana e di Confindustria Firenze: il top per un partito che si richiama a Gramsci, Di Vittorio, Berlinguer”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.