Anac conferma: è regolare la nomina di Tartarini nel cda di Gaia

Secondo Anac è regolare la nomina di Simone Tartarini, già assessore del Comune di Pietrasanta, nel consiglio di amministrazione di Gaia.

“Non sussiste alcuna ipotesi di inconferibilità” si legge nel testo del parere di oggi (6 febbraio) che l’Autorità nazionale anticorruzione (Anac) ha fatto pervenire al gestore idrico in risposta ad una specifica richiesta in ordine alla legittimità della nomina, ai sensi del decreto legislativo 39/2013.

Gaia, pur reputando fin da subito regolare la nomina di Tartarini, avvenuta lo scorso agosto 2019, ha chiesto all’Anac uno specifico parere, che è arrivato in queste ore, confermando quanto previsto. Citando quanto scritto nel parere: “l’articolo 1 comma 2 lettera l) del decreto legislativo 39/2013 ricomprende tra le cariche di amministratore esclusivamente quella di presidente con deleghe gestionali dirette e quella di amministratore delegato e non anche quella di membro semplice del Cda”.

“Pertanto non risulta integrata nessuna ipotesi di inconferibilità in relazione alla nomina del signor Tartarini, quale membro del cda di Gaia Spa. Alla luce di tali considerazioni il consiglio dell’autorità nella adunanza del 22 gennaio, ha deliberato che non sussiste alcuna ipotesi di inconferibilità ai sensi del decreto legislativo 39/2013 in relazione alla nomina del signor Tartarini quale membro del cda di Gaia Spa”.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.