Versilia, Baccelli: “Bus stracolmi, la Regione intervenga”

A seguito dei recenti episodi di sovraffollamento di alcune tratte extraurbane della Versilia utilizzate da studenti e pendolari, il consigliere regionale presenta un’interrogazione in Regione

“Sul trasporto pubblico locale servono risposte chiare, adeguate alle necessità dell’utenza, in particolar modo quando parliamo di tratte che riguardano pendolari e studenti che quindi determinano un flusso prevedibile”.

È quanto chiede alla giunta regionale Stefano Baccelli, consigliere regionale Pd e presidente della commissione territorio e infrastrutture attraverso l’interrogazione “In merito alle azioni finalizzate a ridurre il sovraffollamento dei bus a servizio degli studenti della Versilia”.

“Per questo – continua Baccelli – a seguito dei numerosi fenomeni di disagio e di sovraffollamento verificatesi in Versilia, in modo particolare nelle località di Massarosa verso Viareggio e Lucca, ho presentato un’interrogazione alla giunta regionale per chiedere di individuare e monitorare le tratte su cui si registra un sovraffollamento superiore alla capacità dei bus destinati al trasporto pubblico locale, e quali iniziative si intendono mettere in atto, assieme all’azienda di trasporto interessata, al fine di risolvere quanto prima i casi di sovraffollamento”.

“Alle segnalazioni giunte dagli studenti della Versilia sul sovraffollamento delle corse è seguita la risposta dell’azienda Ctt Nord che ha rintracciato nelle condizioni del parco mezzi la causa delle difficoltà, poiché nonostante la dotazione di nuovi bus previsti dall’attuale fase della riforma del Tpl sono ancora in corso le autorizzazioni necessarie – continua Baccelli – È del tutto evidente che la Regione, sebbene abbia già promosso il cosiddetto contratto ponte per ottemperare al contenzioso sulla gara regionale sul Tpl, debba attivarsi nei confronti dell’azienda di trasporto locale al fine di trovare soluzioni opportune e consentire agli studenti e ai pendolari della Versilia di usufruire di un trasporto pubblico appropriato alle loro esigenze. La nostra regione sul fronte del trasporto pubblico locale sta affrontando un momento di grande cambiamento, che è necessario portare avanti senza lasciare indietro il servizio rivolto ai cittadini”.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.