Lorusso (Cambiamo!): “Viareggio non è città per disabili”

Il responsabile va all'attacco: "Troppe barriere architettoniche"

“Viareggio continua a non essere una città per i disabili”. Lo dice Savino Lorusso referente provinciale sulla disabilità per Cambiamo!.

“Nel corso del tempo – prosegue Savino -, abbiamo segnalato molte criticità legate alle barriere architettoniche, che purtroppo ancora oggi risultano mai risolte”.

“Ad esempio, dopo un controllo sul territorio è emerso che tutte le fermate per i pulman di linea, sono senza copertura obbligatoria di pensilina e mancanti di pannello con orario sonoro vocale per i non vedenti – va avanti -. Altri esempi negativi riguardano tutti i semafori che ancora oggi al contrario di altre città, sono senza sonoro. Ci tengo inoltre a sottolineare come il 10% dei ricavati dalle contravvenzioni, non sia reinvestito per l’abbattimento delle barriere architettoniche così come previsto da alcune leggi. Insomma a Viareggio servirebbero molte più accortezze per i disabili”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.