Bozzano, alla consegna mascherine ci pensano i Fratres Rosellini

Il gruppo: "Continuate ad andare a donare il sangue"

Il gruppo donatori di sangue Fratres Loriano Rosellini di Bozzano anche in questi giorni così difficili sta operando in favore della comunità e delle persone più bisognose.

A seguito dei diversi Dcpm delle scorse settimane, il consiglio direttivo ha infatti dovuto sospendere i tradizionali servizi di trasporto socio-sanitari, ma la propria struttura si è organizzata in funzione delle nuove esigenze emerse.

In data 24 marzo è stata compiuta una donazione di 1000 euro alla Usl nord ovest finalizzata all’ospedale Versilia affinché fossero acquistati i necessari dispositivi di protezione individuali al personale sanitario. Inoltre, grazie a diverse offerte provenienti da cittadini e iscritti al gruppo sono stati acquistati dei buoni spesa da poter consegnare alle famiglie più bisognose della comunità di Bozzano.

“In particolare – si legge in una nota dei donatori – si deve ringraziare il dottor Giuseppe Scibetta, della Fondazione Pomara-Scibetta che ha messo a disposizione un importante dotazione di buoni spesa. Abbiamo messo a disposizione i nostri volontari per aiutare il Centro d’ascolto di Massarosa nella consegna della spesa”.

“Inoltre, in queste ore, così come altre associazioni del territorio di Massarosa, stiamo organizzando le attività per distribuire le mascherine consegnate dall’amministrazione comunale e fornite dalla Regione Toscana, in tutta la frazione di Bozzano – spiegano i volontari – La distribuzione suddetta, in ragione di due mascherine per ciascun componente la famiglia di età superiore a sei anni, sarà effettuata a partire dalla giornata di giovedì, con prosecuzione per quanto necessario nei giorni seguenti, nel rispetto delle norme comportamentali previste dai decreti del presidente del consiglio (operatori muniti di mascherina e guanti, distanza dalle persone, ecc.) avverrà a gruppi di due/tre persone, uno che guida la macchina e l’altro che suonando al campanello consegnerà le buste contenenti le mascherine”.

Le eventuali consegne a chi non è stato reperito all’abitazione saranno effettuate successivamente alla sede dei donatori, in via Fontana a Bozzano, sempre nel rispetto comportamentale delle norme accennate.

“Si raccomanda ai nostri donatori – scrivono – anche in questo momento difficile, di andare a donare in quanto ci pervengono appelli dal Centro trasfusionale sulla carenza del sangue. Il consiglio direttivo vuole ringraziare tutti coloro che in questi giorni hanno prestato il loro tempo e contribuito alle diverse attività introdotte, consapevoli che se ciascuno farà la propria parte sarà possibile uscire da questa situazione difficile e dolorosa”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.