Viareggio, Pacchini: “Comune con disavanzo di 11 milioni. Poco di cui vantarsi”

Il commissario comunale della Lega: "Il dissesto è stato pagato con i sacrifici dei viareggini"

“Il bilancio consuntivo 2019 del Comune di Viareggio vede ancora un disavanzo di oltre 11 milioni di euro nonostante i soldi del ministero, il taglio dei creditori e i sacrifici dei viareggini”. Così Maria Domenica Pacchini, commissario comunale della Lega di Viareggio la quale ha annunciato il suo voto contrario al bilancio consuntivo del Comune per il 2019.

“L’uscita dal dissesto, peraltro ancora tutta da misurare viste le diverse posizioni in essere sulle importanti partite che riguardano il fallimento della Viareggio Patrimonio, non è stata nè gratuita nè frutto di chissà quale capacità straordinaria di chicchessia – afferma l’esponente dell’opposizione – ma, bensì, sostenuta grazie all’intervento del Ministero dell’Interno con il versamento di oltre 33 milioni di euro nelle casse comunali, pagata dai creditori del Comune di Viareggio che hanno dovuto subire il pesante taglio dei loro crediti e dai cittadini e dalle attività viareggine con l’innalzamento delle tasse al massimo per cinque anni e la limitazione dei conseguenti servizi”.

“Pertanto – prosegue Pacchini – non sussiste alcun motivo di vanto da parte dell’amministrazione Del Ghingaro la quale, anzi, è la madrina di I Care, più volte dichiarata illegittima per violazione della legge Madia e che in quanto a tributi è ormai protagonista assoluta davanti alle commissioni tributarie dove perde cause su cause con conseguenze nefaste per il Comune in termini di debiti fuori bilancio e che ieri (20 aprile), di fronte all’ennesima delibera, lo stesso Consiglio Comunale è stato costretto a non votare in carenza di parere dei Revisori dei Conti”.

“Per questi motivi – conclude il commissario – abbiamo votato contro il rendiconto del 2019 e rimaniamo fortemente preoccupati che gli stessi conti previsti per gli anni successivi possano risultare non attendibili e non solo per motivazioni legate al covid-19”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.